Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

La Federal Reserve e Wall Street sono prive di valore: chiudiamole e scartiamo le politiche ambientaliste

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

WS-Fed_chiuse

Commentando la decisione della Federal Reserve di non alzare i tassi di interesse, Lyndon LaRouche è ritornato sulla questione della sua stessa utilità:

Lo dico da sempre. Il sistema della Federal Reserve e di Wall Street sono il nocciolo del problema. Sono in assoluta bancarotta, e tuttavia detengono il potere sul governo; ma in verità sono privi di valore. Dobbiamo cominciare col dimostrare che Wall Street è priva del valore: è già in bancarotta da un pezzo. Abbiamo bisogno di una riforma complessiva che ne preveda l’eliminazione.

Gli Stati Uniti rifiutano di riconoscere la verità che Wall Street sta impedendo la ripresa economica. Dobbiamo invece chiuderla, portarla al suo valore prossimo allo zero. Anche poiché siamo in un caso più estremo di quello che affrontò Franklin D. Roosevelt quando impose la chiusura di Wall Street: o la chiudiamo oppure non avremo alcuna ripresa.

In Europa, d’altra parte, la politica ambientalista costituisce il fattore più gravoso nel tenere l’Europa a testa bassa. È in corso una sorta di gara tra l’intenzione di liberarsi della politica ambientalista e quella di chiudere Wall Street.

Parlare di caos significa sottovalutare la situazione. La gente non capisce: dobbiamo chiudere Wall Street. Per farlo, dobbiamo sollevare Obama dal suo incarico. Ripensate agli anni Venti e Trenta, e a quel che fece Roosevelt. La situazione è ben peggiore, ora, di quella del suo tempo. Nelle banche non v’è altro che pseudo-valore, che merita la mera cancellazione!

Ripensate anche all’influenza che esercitò Bertrand Russell all’inizio del XX secolo, simultaneamente alla successione degli assassinii dei Presidenti americani.

Bush, Cheney e Obama – li abbiamo avuti per quattro mandati presidenziali, ormai – non hanno fatto altro che informarci della loro intenzione di assecondare, settimana dopo settimana, una situazione che avrebbero dovuto trattare con una procedura di riorganizzazione fallimentare, qui e altrove.

Così abbiamo assistito alla riduzione della capacità produttiva del lavoro, effetto della combinazione della politica ambientalista e del Quantitative Easing.

Ma è Wall Street ad essere in bancarotta, disperatamente. Non sono i dinosauri a estinguersi, sono i banchieri.

Fonte: www.movisol.org

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Commenta il post