Hamid Karzai: " Al Qaeda è un'invenzione"

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

“Ho avuto anche delle conversazioni con diversi funzionari americani. L'ultima è avvenuta l'anno scorso, e mi hanno detto che forse non ci sono nemmeno più di 32 o 25 individui. Quindi, se questa è la forza complessiva di un'organizzazione, per me è un'invenzione”.

In un'intervista all'emittente televisiva Al Jazeera l'ex Presidente dell'Afghanistan, Hamid Karzai, afferma senza alcun dubbio che "Al-Qaida è un'invenzione".

Karzai non avrebbe

"mai ricevuto un solo rapporto da una qualunque fonte afghana su Al-Qaeda o su quello che stessero facendo".

Nemmeno "rapporti della nostra intelligence".

L'ex presidente con molta trasparenza ammette di avere avuto

"a che fare con i talebani, con altri gruppi, con gente che si definiva con nomi diversi, diverse organizzazioni di estremisti e terroristi, abbiamo dei rapporti su di loro."

Ma ribadisce:

"Non so se Al-Qaeda esistesse nel 2001, non so se esista oggi. Per me è un'invenzione. Devo avere qualcosa di tangibile prima di poter dire che esistono. Certo, i rapporti dicono che esistono, ma io non ho informazioni".

Incalzato dal giornalista che lo intervista, 

"i vostri alleati del governo americano e le forze Nato sul terreno in Afghanistan, tutti dicono di essere andati lì per combattere i guerriglieri di Al-Qaeda. Quando lei dice che sono un'invenzione, e che non ha mai visto le prove qualcuno potrebbe dire che lei sembra un complottista",

Karzai alza il tiro:

"Dire che qualcosa non esiste non significa per forza un complotto. Questa è la mia opinione. Forse esistono, ma io non li ho mai visti, e non ho mai ricevuto rapporti su di loro. Mai un solo rapporto che indicasse che Al-Qaeda fosse attiva in Afghanistan. Ho avuto anche delle conversazioni con diversi funzionari americani. L'ultima è avvenuta l'anno scorso, e mi hanno detto che forse non ci sono nemmeno più di 32 o 25 individui. Quindi, se questa è la forza complessiva di un'organizzazione, per me è un'invenzione".
La guerra in Afghanistan, iniziata dall'Occidente nel 2001 contro Al-Qaeda e il terrorismo, successivamente agli attentati alle torri gemelle di New York, ha segnato l'anno zero nella storia moderna dopo la fine della seconda guerra mondiale. L'equazione del 'divide et impera' ha generato un nuovo impero del caos, che vede ai giorni nostri il Nord Africa e l'intera regione del Medio Oriente politicamente destabilizzati, mentre è esploso il fenomeno dell'emigrazione, rinverdendo i focolai xenofobi. Se la verità di Karzai si rivelasse fondata, a quante morti ancora dovremo assistere prima che il mondo si fermi a riflettere e ponga il dialogo prima delle bombe?    

Fonte: it.sputniknews.com

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Commenta il post