Sondaggio: Renzi teme il crollo, il PD al 30%.

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Matteo Renzi adesso teme il crollo. Il Pd rischia di andare al tappeto sotto i colpi della minoranza dem che trama alle spalle del premier. Ci sono i sondaggi resi pubblici, quelli commissionati da tv o telegiornali. Una di questi sondaggi "top secret" realizzato da largo del Nazareno (sede del Pd) è riportata ieri dal sito affaritaliani.it.

Per Matteo Renzi e soci è un momento delicato, col partito in pezzi, e le gravi difficoltà sul fronte della immigrazione e delle riforme, con la promessa di un taglio delle tasse lanciata una settimana fa per cercare di riportare (un po') la barra a dritta. La rilevazione, però, è una doccia gelata per i democratici. Il sondaggio, infatti, ipotizza la nascita di un fronte a sinistra del Pd: uno scenario tutt'altro che campato in aria e che forse già entro fine anno potrebbe concretizzarsi. Così, se la sinistra dem, Sel e Prc si mettessero assieme, otterrebbero secondo quanto riporta affaritaliani.it, un 7% che sottrarrebbero in gran parte proprio al partito di Renzi, che crollerebbe al 30%. Se poi, è sempre l'ipotesi contemplata dal sondaggio, a quel fronte si affiancasse pure la formazione politica di Maurizio Landini, la coalizione toccherebbe facilmente il 10%.

Male anche Forza Italia, che oscillerebbe tra l'8 e il 9%, a tutto vantaggio di una Lega che con la sua lista "sudista" "Noi con Salvini" si isserebbe al 17%. Fratelli d'Italia in crescita al 5%, mentre i "Conservatori e riformisti" di Fitto debuttano al 3%, ossia meglio dell'Ncd di Alfano che lo stesso sondaggio dà al 2,5%. In questo scenario, il Movimento 5 Stelle di Beppe grillo arriverebbe seriamente a minacciare la primazia di renzi e soci, con una percentuale di consensi tra il 26 e il 27%.

Postato da Jules Previ

Commenta il post