" Serve soprattutto usare la fantasia"

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Ritorna di moda la più antica delle attività commerciali
Ritorna di moda la più antica delle attività commerciali

La crisi, si sa, aguzza l'ingegno e affina le idee. E con la disoccupazione giovanile al 50% e lo stipendio fisso diventato ormai un miraggio, la trovata originale, può fare la differenza a fine mese. Le parole d'ordine, anche in Spagna, sono condividere e collaborare. Cominciando dalla casa: "Prima vivevo solo, ma, dopo aver perso il lavoro, ho deciso di affittare una stanza. Stare in compagnia è più divertente e inoltre guadagno anche un po' di soldi", spiega Giacomo, italiano a Madrid da tanti anni, che ha scoperto la vena aurea e adesso subaffitta anche la sua stanza quando torna in Italia per lunghi periodi. Non è un caso che Airbnb, il famoso portale statunitense per l'affitto e lo scambio di appartamenti privati, faccia affari d'oro da queste parti. Uno studio del 2014 ha dimostrato che il sito ha generato in un anno un'attività economica di 128 milioni di euro solo a Barcellona. I clic per mettere in affitto la propria casa o per trovare una soluzione alternativa all'hotel, arrivano soprattutto da persone giovani e con un alto livello di studio, due costanti dell'economia peer-to-peer: l'età media dell'utenza - segnala lo studio - è di 36 anni, e i guadagni vengono reinvestiti per lo più per far fronte all'affitto o al mutuo. È il circolo virtuoso dell'economia della condivisione nell'era digitale. Poi c'è il baratto puro e duro: con la crisi sono sbocciati vari siti (ofrezcocambio.com è uno dei più popolari), in cui è possibile scambiare un vecchio mobile per un paio di sci o una lezione di yoga per una bici polverosa. Le vie del baratto sono infinite: basta cercare bene. E poteva il settore primario rimanere ai margini di questa svolta partecipativa? Certo che no. Chi ha buona volontà e braccia robuste può entrare in huertoscompartidos.com, per esempio, e cercare un fazzoletto di terra da coltivare. "Il portale - spiega il fondatore Santi Cuerda - mette in contatto proprietari di terreni incolti e persone in cerca di un orto. Nella maggior parte dei casi si tratta di una cessione gratuita: non si paga l'affitto ma si condividono le spese e il raccolto. Ci guadagnano tutti". Presto sarà disponibile sul sito anche uno spazio su cui poter comprare i prodotti degli orti sparsi in tutta la Spagna, con gran beneficio sia per la salute che per il portafogli. Ma la vera avanguardia dell'economia del baratto è lo scambio immateriale, per certi versi il lato oscuro del boom dell'economia del do ut des.

http://caffe.ch/stories/cultura/51322_leconomia_in_crisi_spinge_il_baratto20/