Youth, La Giovinezza - La recensione di Sara Michelucci

di Sara Michelucci

Non è andata bene al Festival di Cannes, ma Youth, La Giovinezza ultima fatica di Paolo Sorrentino, resta un film interessante, sia dal punto di vista stilistico che della storia. La giovinezza è vista sotto diversi punti di vista: quella tradita di una giovane donna lasciata dal marito, quella mancata della ragazzina-prostituta, quella sognata della massaggiatrice che probabilmente spera di fare altro nella vita, quella fortunata di miss Universo, che non è solo bella ma anche intelligente, quella ricercata dell’attore hollywoodiano che tenta ormai da tempo di ritrovare la sua dimensione artistica.

Il tutto è visto attraverso gli occhi di Fred Ballinger, anziano direttore d'orchestra, e l'amico Mick Boyle, vecchio regista ancora in attività. I due si trovano in un centro di benessere sulle montagne svizzere e insieme pensano al tempo che scorre, al futuro che li attende, osservando con curiosità le vite dei propri figli e degli ospiti dell'albergo. Un modo per fare i conti anche con se stessi, con la propria vita, con quello che si è dato e ricevuto e non sempre i risultati sono positivi.

Mick, infatti, ha difficoltà nel portare a termine il suo ultimo film. Dall’altra parte Fred non ha più intenzione di esibirsi, nemmeno se a chiederglielo è la Regina di Inghilterra, e deve fare i conti anche con sua figlia Lena, tradita dal marito e che gli rinfaccia le sofferenze subite dalla madre. 
Il percorso dei due uomini sarà molto diverso.

Ma entrambi sono alla ricerca di una stessa cosa: una nuova giovinezza dello spirito. Perché, sembra suggerirci il regista, la giovinezza è una dimensione simbolica e reale al tempo stesso. Qualcosa che va ricercata in noi stessi, prima che nel resto del mondo.

Un cast stellare, quello scelto da Sorrentino, che vede alternarsi sullo schermo attori del calibro di Michael Caine, Harvey Keitel e Jane Fonda e che dà alla pellicola un tocco ancora maggiore. 

Youth, La Giovinezza (Svizzera, Gran Bretagna, Italia)
regia: Paolo Sorrentino
sceneggiatura: Paolo Sorrentino
attori: Michael Caine, Harvey Keitel, Rachel Weisz, Paul Dano, Jane Fonda, Alex MacQueen, Mark Kozelek, Luna Mijovic, Madalina Ghenea
fotografia: Luca Bigazzi
montaggio: Cristiano Travaglioli
musiche: David Lang
produzione: Indigo Film in coproduzione con Bis Films, Pathé, C-Films e Medusa Film
distribuzione: Medusa Film

Fonte: www.altrenotizie.org

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog