Sarà il mio tipo? - La recensione di Sara Michelucci

Sarà il mio tipo? - La recensione di Sara Michelucci

Due personaggi completamente diversi tra loro. E nonostante le divergenze, la passione sboccia lo stesso. La nuova commedia di Lucas Belvaux, Sarà il mio tipo?, racconta la storia d’amore fra il professore di filosofia Clément e Jennifer, una parrucchiera con poche aspettative. Lui è brillante e colto. Si è trasferito da Parigi nella piccola cittadina Arras, nel Nord della Francia. Legge i grandi filosofi, come Kant e ha una vita piuttosto casalinga.
Jennifer, invece, è esuberante e vive fieramente ad Arras. Appassionata di romanzi rosa e di uscite nei locali con le amiche, dove si esibisce cantando nei karaoke, ha decisamente pochissimo in comune con il tenebroso professore che non crede nella vita di coppia. I due, però, sono attratti l’un l’altro. Anche se dovranno fare i conti con le barriere culturali e sociali che si inframmezzano nella loro storia.
Tratto dal romanzo Non il suo tipo, di Philippe Vilain, il film riesce a tenere alta l’attenzione dello spettatore, utilizzando un’ironia sofisticata, che non scade nel banale. Buona la costruzione dei personaggi, che sanno alternarsi tra di loro, facendo emergere proprio della dualità di cui ha bisogna la storia per poter decollare.
Una dicotomia che risulta essere vincente e che offre al racconto uno spunto per parlare di relazioni amorose in modo divertente, ma allo stesso tempo serio. I due provano a scambiarsi i ruoli: lui balla e lei cerca di leggere Kant, alternandosi in una raffinata storia d’amore destinata a scontrarsi con due modi di guardare la vita molto diversi.
Sarà il mio tipo? (Francia 2014)
Regia: Lucas Belvaux
Sceneggiatura: Lucas Belvaux
Attori: Émilie Dequenne, Loïc Corbery, Sandra Nkake, Charlotte Talpaert, Anne Coesens, Daniela Bisconti, Didier Sandre, Martine Chevalier

http://altrenotizie.org/cinema/6485-sara-il-mio-tipo.html

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog