La Cina è di nuovo il primo creditore degli Usa

La Cina è di nuovo il primo creditore degli Usa

Appena un mese. È stata questa la durata dell’inatteso primato giapponese nella classifica dei creditori degli Stati Uniti, una leadership comparsa all’improvviso dopo oltre sei anni di attesa e successivamente perduta in favore del più noto e affezionato cliente del Tesoro Usa: laCina. Alla fine di marzo, l’ultimo periodo per il quale sono disponibili i dati più aggiornati, l’ammontare complessivo dei titoli sovranistatunitensi in mano a Pechino ha toccato quota 1,261 trilioni di dollari, circa 34 miliardi in più rispetto al controvalore totale del debito in mano al Giappone. Lo riferisce la CNN citando i dati diffusi dallo stesso Dipartimento del Tesoro Usa.

Il dato, nota l’emittente Usa nella sua edizione online, evidenzia un’inversione di tendenza importante. Ad agosto Pechino aveva iniziato a ridurre l’ammontare dei titoli Usa in portafoglio proseguendo per mesi in questa strategia. Il Giappone, dal canto suo, aveva incrementato gli acquisti fino al raggiungimento ad aprile del primato di primo creditore estero, un traguardo atteso dal 2008. Per anni, nota ancora la CNN, la Cina ha acquistato massicciamente debito Usa con l’obiettivo di mantenere la propria valuta “agganciata” al dollaro. Una strategia che si era tradotta in una svalutazione della moneta che aveva favorito l’export di Pechino prima che il governo cinese, negli ultimi anni, decidesse di frenare il deprezzamento eccessivo dello yuan per contrastare l’inflazione.

Foto: Khalidshou (Wikimedia Commons)

Fonte: www.valori.it

Matteo Cavallito @ cavallito@valori.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog