Il cervello 'disobbedisce' alla geometria di Euclide

Il cervello 'disobbedisce' alla geometria di Euclide

Il cervello disobbedisce alla geometria di Euclide.

E' quanto indica il modello basato sullo studio del Gps presente nel cervello dei topi, la cui scoperta è stata premiata con il Nobel nel 2014. ''Abbiamo sviluppato un esperimento teorico per capire se nei topi, e forse anche nell'uomo, la rappresentazione dello spazio si qualcosa di innato e se si basi solo su principi della geometria euclidea", ha detto all'ANSA l'autore della ricerca, Alessandro Treves, della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste (Sissa). L'idea, descritta sulla rivista Interface, nasce dagli esperimenti fatti dai ricercatori norvegese premiati con il Nobel nel 2014, che hanno permesso di scoprire nei roditori l'esistenza di neuroni Gps o griglia capaci di fornire un sistema di riferimento spaziale. ''Gli esperimenti fatti finora - ha aggiunto Treves - sono stati condotti però solo in spazi 'piatti', ossia euclidei, mentre usando uno spazio 'iperbolico' (ossia una superficie curva in ogni punto) sarebbe possibile capire come si attivano i neuroni griglia in ambienti non-euclidei". La gabbietta non-euclidea immaginata nell'esperimento è un contenitore con una curvatura costante e al cui centro svetterebbe una sorta di torre Eiffel. L'obiettivo dei ricercatori di Trieste è confrontare lo schema di 'accensione' dei neuroni Gps quando creano una mappa mentale di uno spazio piano con lo schema di accensione che corrisponde ad uno spazio non-euclideo.

Posted by Jules Previ

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog