Gucci contro i falsi su Alibaba

Gucci contro i falsi su Alibaba

Lo scontro fra due giganti economici dello shopping – e non solo – finirà in tribunale. Kering, gruppo da oltre 10 miliardi di fatturato e proprietario di Bottega Veneta, Yves Saint Laurent e Boucheron, Gucci Group Watches, YSL Beauté e Bedat nella gioielleria, ha fatto causa ad Alibaba, il re cinese dello shopping online (6,5 miliardi di dollari di fatturato nel 2013), perché renderebbe possibile per i clienti degli Stati Uniti ordinare merci contraffatte da vari suoi siti web. Una notizia riportata da BBC che specifica come la contesa, evidentemente, non si sia potuta risolvere per via extragiudiziale nonostante cheAlibaba abbia dichiarato di aver già avviato provvedimenti contro la distribuzione di prodotti contraffatti sulle sue piattaforme.

La causa riparte, infatti, dopo che già a luglio scorso si era spenta allorché i due contendenti avevano concordato di intraprendere possibili misure anti-contraffazione. La pietra dello scandalo sollevata da Kering sarebbe l'esempio di un commerciante che ha utilizzato Taobao – la versione di cinese di eBay o Amazon di proprietà Alibaba – per “vendere apertamente” e persino all'ingrosso prodotti “Gucci falsi”, lamenta Kering.

Fonte: www.valori.it

Corrado Fontana @ fontana@valori.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog