Africa, i farmaci contraffatti uccidono 120 mila bambini all’anno

Africa, i farmaci contraffatti uccidono 120 mila bambini all’anno

A volte cercare di curarsi uccide. Accade inAfrica, ancora oggi, a migliaia di bambini. La denuncia arriva da un gruppo di esperti riunito questa settimana a Dakar, in Senegal, su iniziativa della fondazione Chirac: gli specialisti hanno fatto il punto sui pericoli provenienti dall’utilizzo di medicinali contraffatti, e hanno indicato cifre sconvolgenti. I farmaci fasulli in circolazione nel continente possono arrivare al 30%, contro il 15% medio del resto del mondo. Secondo l’ultimo numero dell’American Journal of Tropical Medicine and Hygiene, solamente a causa di un falso anti-malarico e di un altro medicinale considerato di dubbia efficacia, sonomorti 122.350 bambini nel corso del 2013.

Secondo quanto riferito dal settimanale francese l’Express, il direttore nazionale per la Farmacia del Senegal, Pape Amadou Dièye, ha lanciato l’allarme parlando di «un’industria assassina in piena crescita». In alcuni Paesi, un terzo dei medicinali anti-malarici risulta essere fasullo: dato che può arrivare al 40% in Ghana e Camerun e al 64% in Nigeria. «I farmaci contraffatti sono venduti come fossero pomodori o cipolle al mercato», ha aggiunto Sybil Yeboah, responsabile dell’Organizzazione per la Salute dell’Africa occidentale.

A produrre questa mole incredibile di medicinali fasulli sono tuttavia solo in minima parte i Paesi africani: circa il 30% risulta importato da Cina e India.

Fonte: www.valori.it

Andrea Barolini @ barolini@valori.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog