Wall Street, è la solita storia

Le minute della Fed aiutano gli indici Usa

Salgono Nike, Home Depot e Visa. In calo i petroliferi e Merck. Sul Nasdaq vola Mylan dopo l’annuncio di una offerta per Perrigo.

La Fed continua a tergiversare, non decide nulla e la porta alle calende greche, è l’unico organismo ancora più lento della nostra Magistratura. Arriva prima la sentenza di un processo in Italia che non la decisione di aumentare i tassi da parte della Fed.

Ora possiamo essere abbastanza sicuri che a giugno non ci sarà alcun aumento, se ne riparlerà a settembre, ma anche lì è da vedere, non è detto, ed in ogni caso … c’è tempo.

Ribadisco ancora una volta qual è il problema, se si alzano i tassi e le cose dovessero andare male come si rimedia? Si riabbassano subito? Si fa un altro Qe?

Se non si prende alcuna decisione, le Borse continuano a gonfiarsi come palloncini e cosa bisogna fare per non farle scoppiare?

Non sapendo neppure loro come agire … non fanno nulla … e continuano a rimandare ogni decisione. Il fatto è, come sempre, che non si risolvono i problemi non prendendo alcuna decisione, anzi, li si aggravano.

Nessuno vuole prendersi questa responsabilità e si rimanda sperando che … sperando che cosa? Non ci sono lotterie da vincere, ed anche se ci fossero sappiamo tutti che vincere una lotteria è estremamente difficile.

Ed allora portiamo a casa anche questo rialzo, oggi è stato premiato soprattutto il Nasdaq sugli scudi grazie al comparto biotech. E, neanche a farlo apposta, è proprio l’emblema di questa situazione che definire anomala è solo un eufemismo.

Visto che su questo settore, tutto sommato piccolo, si continuano a riversare fiumi di denaro, dapprima i titoli hanno raggiunto quotazioni da capogiro, poi, ora, quasi giornalmente assistiamo ad operazioni di M&A, creando così una bolla spaventosa.

Dow Jones (+0,15%) guadagnano oltre un punto percentuale Nike (+1,23%), Home Depot (+1,13%) e Visa (+1,06%)

Il nuovo crollo del prezzo del petrolio ha penalizzato Exxon Mobil (-1,97%) e Chevron (-1,73%) in calo anche Merck (-0,49%).

S&P500 (+0,27%) due colossi del comparto biotech sul podio, si tratta di Amgen (+1,94%) e Biogen (+1,74%), fra di loro si piazzaAmazon (+1,81%)

Sul fondo AT&T (-1,54%), in calo anche Conocophillips (-1,49%) ed Accenture (-1,32%).

Nasdaq (+0,83%) vola all’ennesimo record storico Mylan (+14,76%) dopo l’annuncio della proposta di acquisto su Perrigo (salito di oltre 18 punti percentuali, ma in intraday aveva guadagnato molto di più), risale anche Baidu (+4,40%), quindi Dollar Tree (+3,66%)

In calo Vimpelcom (-2,56%), Sba Comm. (-1,30%) e Kraft Foods (-1,07%).

Giancarlo Marcotti

Torna alla home