Un diluvio si abbatte sul deserto di Atacama

È di sei morti, diciannove dispersi e circa1.500 persone evacuate il bilancio delle piogge eccezionali che hanno inondato la regione cilena di Atacama. La settimana scorsa, una tempesta eccezionale si è infatti abbattuta su quello che è da sempre uno dei deserti più aridi del mondo, improvvisamente trasformatosi in un acquitrino.

La presidentessa Michelle Bachelet si è recata sul luogo, e le autorità hanno disposto un’allerta sanitaria nelle città più colpite dalle inondazioni. A Tierra Amarilla, Diego de Almagro e Alto del Carmen, infatti, le strade sono diventate nel corso delle ore veri e propri fiumi in piena. A Taltal, secondo quanto riferito dalla stampa locale, perfino la caserma dei pompieri è stata abbattuta dalla furia dell’acqua. In tutta la regione, sono stati disposti il coprifuoco ed il controllo da parte dell’esercito.

Le precipitazioni cadute sull’area sono state almeno dieci volte superiori al normale. Si tratta, secondo quanto spiegato dal meteorologo Jaime Leyton all’agenzia AFP, di una delle manifestazioni del cambiamento climatico: «La frequenza degli eventi estremi sarà via via più alta, e la loro intensità via via maggiore».

Fonte: www.valori.it

Andrea Barolini @ barolini@valori.it

Torna alla home