Supermercati UK, nuovo segnale di crisi della GDO

Supermercati UK, nuovo segnale di crisi della GDO

Dopo i pessimi dati economici diTesco della scorsa settimana, colosso britannico internazionale della grande distribuzione organizzata (GDO), anche il concorrente Sainsbury non offre spunti positivi da commentare. Dietro la più classica delle riorganizzazioni aziendali passa infatti, attraverso BBC, l’annuncio del taglio di ben 800 posti di lavoro nei suoi negozi, su posizioni di livello e settori differenti. È una tappa del percorso programmato dalla società a novembre scorso per ridurre i costi aziendali di 500 milioni di sterline nei prossimi tre anni.

Sainsbury – che oggi vanta 1200 punti vendita e 161 mila dipendenti – conta così di rendersi più competitivo in futuro rispetto alla concorrenzadi Tesco e di Morrison, e di rispondere al progressivo trend di calo delle vendite. Oltre altaglio del personale, è prevista anche una razionalizzazione attraverso spostamenti disupermercati, riduzione dei turni di notte e modifiche dei servizi.

Fonte: www.valori.it

Corrado Fontana @ fontana@valori.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog