Whiplash - La recensione di Sara Michelucci

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Whiplash - La recensione di Sara Michelucci

Uno stile quasi da caserma, quello che Terence Fletcher - interpretato da un eccellente J. K. Simmons, premio Oscar 2015 come miglior attore non protagonista - usa per insegnare musica ai suoi allievi. Metodi poco ortodossi, al limite della ferocia, sia fisica che psicologica, che toccheranno nel profondo il giovane Andrew, il quale sogna di diventare uno dei migliori batteristi jazz della sua generazione.
Però al conservatorio di Manhattan, lo Shaffer, di bravi ce ne sono e mister Fletcher non perde l’occasione di mettere i ragazzi in competizione tra loro. Il regista Damien Chazelle regala un film dai sentimenti forti e contrastanti, dove il giusto e lo sbagliato si intrecciano e si confondono nella ricerca della genialità e della grandezza di personaggi come Charlie Parker.
“Bird” è infatti il termine di paragone e il punto di congiunzione tra il maestro e l’alunno, la spinta che farà superare a Andrew paure e rabbia e che permetterà a Fletcher di riconoscere la bravura del suo allievo. L’accusa che pesa sulla testa del maestro e che gli farà perdere il posto è quella di aver condotto un suo vecchio allievo al suicidio, a causa del suo modo di fare. Un motivo che, però, non fermerà il ragazzo.
Non c’è bisogno di dire che la musica è una delle protagoniste indiscusse di quest’opera, sapientemente utilizzata per mettere in mostra la fatica e il turbamento che c’è dietro la genialità. L’uso della telecamera, a tratti anche scattanti, che insegue frenetica i gesti dell’insegnante e la messa in musica dell’orchestra, riesce a delineare un mondo fatto di sacrifici, ma anche di enormi soddisfazioni.

Whiplash (Usa 2014)
Regia: Damien Chazelle
Sceneggiatura: Damien Chazelle
Attori: Miles Teller, J.K. Simmons, Melissa Benoist, Paul Reiser, Austin Stowell, Jayson Blair, Kavita Patil, Kofi Siriboe, Jesse Mitchell
Prduzione: Blumhouse Productions, Bold Films, Exile Entertainment, Right of Way Films
Distribuzione: Sony Pictures
Fotografia: Sharone Meir
Montaggio: Tom Cross
Musiche: Justin Hurwitz

Commenta il post