Wall Street finisce in rosso negli ultimi minuti

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Wall Street finisce in rosso negli ultimi minuti

Scende il comporto biotech

Salgono Pfizer, McDonald’s e IBM. In calo Home Depot, Boeing e Chevron. Sul Nasdaq bene eBay ed Apple, giù invece Celgene e Biogen.

Dopo aver viaggiato in territorio positivo per l’intera seduta Wall Street viene investita dalle vendite proprio negli ultimi minuti di contrattazione e finisce in rosso. Certo si tratta di ribassi assolutamente frazionali, ma occorre capire quali motivazioni abbiano avuto le vendite finali.

Si è aperta un’ottava importante in quanto si sta per chiudere il primo quarto dell’anno e conosceremo perciò il dato definitivo sul Pil Usa dell’ultimo trimestre e dell’intero 2014.

Quando si staranno per chiudere le contrattazioni nell’ultimo giorno della settimana sarà interessante sentire cosa dirà ancora la Presidentessa della Fed, Janet Yellen, riguardo alla politica monetaria. Negli ultimi tempi abbiano notato movimenti valutari non proprio facilmente prevedibili, anche oggi il ritorno del cross Eur/Usd in area 1,095 potrebbe destare qualche perplessità. Perché questa nuova “debolezza” della moneta verde?

Forse la tanto sbandierata ripresa dell’economia americana non ha quello slancio del quale si è fatto un gran parlare? Anche oggi, infatti, i dati macro che sono stati comunicati non hanno entusiasmato, le vendite di case esistenti sono risultate leggermente inferiori alle attese, ma a deludere gli investitori è risultato in particolare l’indice Fed di Chicago finito in territorio negativo.

Per la prima volta da quando è entrato a far parte dell’indice Dow Jones il titolo Apple ha dato oggi un contributo positivo, mentre per quanto riguarda il Nasdaq le vendite hanno riguardato praticamente in blocco il comparto biotech.

Dow Jones (-0,06%) svetta Pfizer (+2,34%) sui massimi da 11 anni a questa parte, pronto a tornare a quota 100 euroMcDonald’s (+1,62%), e dà consistenza al proprio recupero IBM (+1,07%)

Tre i titoli che hanno lasciato sul terreno oltre un punto percentuale, si tratta di Home Depot (-1,21%), Boeing (-1,09%) e Chevron (-1,04%) nonostante il prezzo del petrolio oggi sia aumentato di quasi due punti percentuali.

S&P500 (-0,17%) ancora un’ottima seduta dopo quella dello scorso venerdì per Freeport McMoran (+5,00%), cerca di risalireMondelez (+1,58%) e continua a stupire eBay (+1,19%)

Forti storni per Union Pacific (-3,98%) e Norfolk Southern (-3,50%), quindi il biotecnologico Biogen (-2,57%).

Nasdaq (-0,31%) miglior titolo di giornata Staples (+3,45%) dopo la promozione a “Buy” di UBS, torna sopra la propria media degli ultimi dodici mesi Baidu (+1,92%), quindi Wynn Resorts (+1,58%)

Come anticipato sul fondo troviamo titoli del comparto biotech, Celgene (-4,33%) e Vertex Pharma (-3,98%) non può evitare prese di profitto anche Nvidia (-3,24%).

Giancarlo Marcotti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: