Robert Lanza, Bob Berman: Biocentrismo

Un libro capace di dare all'universo e alla sua percezione tutto un altro significato.

Il Novecento è stato il secolo della fisica. Le scoperte sull’atomo, le sue particelle e l’architettura del cosmo hanno prodotto la nostra concezione di universo e tutta la tecnologia che plasma la vita quotidiana.

Eppure, proprio la fisica non è stata capace, e non lo è ancora, di rispondere alle antichissimedomande dell’uomo, invocando come risolutiva quella teoria del tutto che ha a lungo inseguito e mai raggiunto.

Che cosa c’era prima del Big Bang?
Perché l’universo sembra costruito perfettamente su misura per l’uomo?
E se chiudiamo gli occhi, l’universo esiste ancora?
Esistono lo spazio e il tempo?
Che cosa succede dopo la morte?

Biocentrismo accoglie queste domande in una prospettiva inedita e affida alla biologia l’onere di far progredire le risposte: ciò che percepiamo come realtà non è che un prodotto della coscienza, scoperte scientifiche incluse.

È la creatura biologica a modellare il racconto. Soltanto quando la materia diviene cosciente di sé e comincia a osservare l’esistente, l’universo intero muta la propria natura dallo stato indeterminato di probabilità – così come definito dalla teoria quantistica – a quello di misteriosa, concreta presenza: a partire dal fotone, dal petalo di una margherita, dal vento, per arrivare alle nebulose più remote.

Robert Lanza – uno dei maggiori scienziati viventi, noto per le sue ricerche sulle cellule staminali – allestisce un’originale trattazione scientifica che ha la luce della semplicità e formula una teoria che colma un vuoto, oltraggiosa sia nei confronti della religione che della scienza.

Una teoria che ha la necessaria e smisurata ambizione di porre la domanda: che cosa è l’universo?

ROBERT LANZA è professore presso la Wake Forest School of Medicine (North Carolina) e direttore scientifico della Ocata Therapeutics, dove si occupa di cellule staminali e clonazione. Ha all’attivo centinaia di pubblicazioni e di brevetti, ed è autore di una ventina di libri scientifici, tra cui Principles of Tissue Engineering e Handbook of Stem Cells. Nel 2005 ha ricevuto il Rave Award per la medicina da Wired, e nel 2014 è stato incluso fra le «100 persone più influenti del mondo» da Time.

ROBERT "BOB" BERMAN, astronomo e divulgatore scientifico, è autore di più di mille articoli, apparsi su riviste come Discover e Astronomy, di cui è anche editorialista fisso, ed è a capo della redazione di astronomia di The Old Farmer’s Almanac. È professore di astronomia al Marymount Manhattan College.

Torna alla home