Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Francia, Fn, la disinformazione all`assalto

E così, secondo i disinformatori di massa il Front National francese… “è stato sconfitto”.
In realtà, diventato il primo partito di Francia (quella di Sarkozy è una coalizione che ha goduto del voto centrista) addirittura in un voto amministrativo (con un successo strepitoso mai raggiunto: 10% in più rispetto al 2011), il Front di Marine Le Pen non soltanto ha piazzato il 50% di propri candidati ai ballottaggi nei 98 dipartimenti francesi – con 27 di loro arrivati primi nei consensi di domenica 22 marzo – ma ha definitivamente affossato il partito socialista di Hollande e Valls al potere. Con quest’ultimo che si è addirittura…. congratulato per la propria sconfitta ipotizzando un “fronte per la Repubblica sinistra-destra” che avrebbe, appunto “fermato” la Le Pen. Invito declinato da Sarkozy.
Se questa è una “sconfitta” – l’aver sfondato nei consensi popolari, prendendo nettamente le distanze dai cosiddetti “moderati” delle destre catturati dall’ex presidente francese e relegando i socialisti nell’angolino e con la presenza di 27 candidati ai ballottaggi di domenica prossima sul 50% dei collegi dipartimentali – auguriamo a Marine Le Pen tutta una serie di sconfitte di questo tipo. Con dieci punti percentuali in più ad ogni voto di Francia, per il Front National, al partito unico destra-sinistra d’Oltralpe, quello del duo Sarkozy-Hollande, non resterà veramente che fare fronte unito alle elezioni per la presidenza e per l’Assemblea nazionale. E qualche cabina telefonica per raccogliere le adesioni.
Una ulteriore nota, comunque, è necessaria.
Anche se Sarkozy ha teoricamente rifiutato un’adesione al “fronte anti-Fn” proposto da Valls, è indubbio che tale alleanza esista e da tempo, nei fatti. Ne fa fede la strategia usata dai media di regime francesi – e internazionali: come ad esempio l’italiota Corriere della sera – sempre proni alle tattiche di diffamazione e di disinformazione con obiettivo dichiarato la delegittimazione del Front National. Censura del FN sul caso Charlie Hebdo, rimozione delle cause all’origine del conflitto islamista (Libia, primavere arabe: tutti vulnus partecipati dallo stesso Sarkozy), politiche di aggressione occidentaliste (Serbia, Iraq, Afghanistan, Ucraina), fino ai sondaggi volutamente drogati per far apparire “sconfitta” una vittoria della Le Pen. Basti ricordare che la stessa leader del Front National aveva chiaramente dichiarato, in premessa, un successo l’acquisizione del 20% del voto amministrativo e una grande vittoria il 25%.
Mentre i media francesi di regime, con a ruota l’”informazione” omologata internazionale, hanno gonfiato volutamente le previsioni (al 30%) per demonizzare il rischio FN e così poter poi dichiarare – già dagli exit poll! - “cessato”, o comunque frenato, “il pericolo” frontista.
Ma si tratta di furbizie evidentemente destinate a implodere.
l.m.

Tag(s) : #Lodigiano: Primo Piano
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: