EUROPA KAPUTT: (S)VENDUTI ALL'EURO

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

EUROPA KAPUTT: (S)VENDUTI ALL'EURO

Dal piano Funk con la sua “moneta generale” al "divorzio" tra il Ministero del Tesoro e la Banca d’Italia, per proseguire con il “rapporto Cecchini” e finire al “piano B” sull’uscita dall’Euro. Un pamphlet che non lascia spazi interpretativi sulla necessità, per l’Italia, di ritornare alla sua piena sovranità monetaria. L’autore, grande economista e patriota, ci istruisce e ci affascina senza darci la minima possibilità di staccarci dalla lettura, sempre incalzante. Lo lessi in una sera di mezza estate (2013) al fresco di un patio, e dopo un anno lo rileggo in ebook con lo stesso interesse e lo stesso coinvolgimento. Non finirò mai di ringraziare il prof. Antonio Rinaldi, che ho avuto il piacere di conoscere personalmente, per questo suo imperdibile lavoro.

Competente, onesto e generoso.
Generoso perché scende dalla cattedra e parla con intenzionale semplicità ai digiuni della materia.
Per quelli che come me, fra i digiuni, non hanno mai creduto nell'euro neppure un minuto, queste argomentazioni scientifiche fatte da un esperto del settore sono quanto mai rassicuranti!
Siamo eretici ma non siamo più isolati in quarantena. l'istintiva intuizione della verità non ci ha tradito.
In questo libro un'altra conferma dell'ineluttabilità dell'eresia, in ogni campo del pensiero umano: per usare la propria testa bisogna avere molto coraggio.
Grazie Professore.

Prima ce le restituiscono meglio sarà. Come farci restituire le chiavi? Uscendo dall'Euro!
Contrariamente a quanto riportano da diversi anni i mass media italiani o "presunti" esperti/conoscitori
di economia (prevedendo scenari apolicalitici, come conseguenza...), è possibile uscire dall'Euro, sia
nel rispetto dei trattati europei, sia sotto l'aspetto strettamente economico, in quanto la possibilità di poter
riutilizzare accorgimenti e meccanismi quali: svalutazione monetaria, creazione di nuova moneta a cura della Banca
d'Italia, acquisto diretto dei titoli di Stato.... etc.., permetterebbe di rilanciare in tempi medi l'economia italiana,
con un "costo" per gli italiani comunque inferiore a quanto il cittadino medio italiano stia pagando da qualche anno
per continuare a restare "forzatamente" e per molti aspetti "incosciamente" nell'Euro. Un' ultima previsione del tutto personale. Se la situazione non dovesse risolversi "pacificamente"...... entro un decennio, si andrà nella direzione di scenari, già tristemente conosciuti nel secolo scorso....... In sintesi: ottimo libro.

Commenta il post