Wall Street sorretta dalla Fed

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Wall Street sorretta dalla Fed

Brutti dati macro, ma …

Salgono Nike, P&G ed Amex, in calo i petroliferi ed Intel. Sul Nasdaq sale Apple su buone previsioni di vendite dell’i-watch. Crolla Garmin dopo i conti.

Ancora dati macro inferiori alle attese, e dalle minute del FOMC si deduce che i tassi rimarranno a zero per un periodo più lungo del previsto, in pratica … siamo alle solite.

Dopo sei anni con i tassi a zero e dopo tre operazioni di Quantitative easing che hanno iniettato nel sistema liquidità superiore a qualsiasi livello immaginabile siamo ancora al punto che non si riescono ad aumentare i tassi.

Gli indici Usa quindi non calano, ma non salgono neppure, praticamente rimangono invariati e così si va avanti, ma è un tirare a campare in attesa di … non si sa cosa, comunque il tempo passa.

Si iniziava subito male con il dato sulla costruzione di nuove case (-2%) che risultava inferiore alle attese, e non dovrebbe migliorare neppure in futuro visto che anche i permessi di costruzione hanno deluso le aspettative.

Una diminuzione (-0,8%) doppia rispetto alle previsioni (-0,4%) degli economisti anche per quanto riguarda i prezzi alla produzione, un simile ribasso non accadeva da oltre cinque anni.

E per concludere una piccola crescita (+0,2%), ma anche questa pari alla metà del consenso, per quanto riguarda la produzione industriale, rivisto al ribasso anche il dato di dicembre.

Insomma nulla da salvare nella giornata odierna, nonostante questo, però, la seduta non è stata negativa, soprattutto, ancora una volta, per quanto riguarda l’indice tecnologico Nasdaq.

Dow Jones (-0,10%) in ripresa Nike (+1,92%), Procter & Gamble (+0,90%) ed American Express (+0,89%)

Di nuovo in calo i petroliferi, Exxon (-2,19%) e Chevron (-1,74%), debole anche Intel (-1,38%).

S&P500 (-0,03%) finalmente arriva il rimbalzo per Southern Co. (+2,85%) ed Exelon (+2,45%), mentre si tratta del quarto rialzo di fila per Freeport McMoran (+1,62%)

Brusco dietro-front per Devon Energy (-4,05%), in calo anche Conocophillips (-2,50%) ed Anadarko Petroleum (-2,03%).

Nasdaq (+0,14%) continua a salire Whole Foods Market (+2,27%), discorso analogo per Western Digital (+2,09%) e torna nuovamente nei pressi dei propri record storici Stericycle (+2,08%)

Brutta trimestrale decisamente bastonata dal mercato per Garmin (-10,74%), in calo anche Charter Comm. (-1,22%) ed Altera Corp (-1,21%).

Giancarlo Marcotti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: