Wall Street: il Nasdaq sale sempre

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Wall Street: il Nasdaq sale sempre

Mentre il DJ e lo S&P500 riflettono …

Salgono Boeing, Ibm e Coca Cola. In calo Wal-Mart, Chevron e Caterpillar. Sul Nasdaq vola Priceline.com dopo la trimestrale.

Come ogni giovedì si attendevano con una certa apprensione i dati riguardanti il l’occupazione, le prime richieste di sussidi alla disoccupazione (283.000 unità) sono risultate in calo oltre le attese (295.000 unità), esito inverso per quelle continuative.

Deludente invece il Superindice cresciuto (+0,2%) meno del consenso (+0,3%) e soprattutto allarmante il Philadelphia Fed Index che anziché aumentare, come nelle previsioni, è calato.

Dal settore manifatturiero ormai da tempo arrivano solo notizie sconfortanti, il recupero del dollaro avrà certamente influito, ma non può da solo giustificare tutto quanto sta avvenendo al di là dell’oceano.

Il DJ e lo S&P500 hanno terminato in calo, ma si è trattato di un ribasso frazionale, ancora in crescita, invece, il Nasdaq e per la settima seduta consecutiva.

L’indice tecnologico sta vivendo un momento magico, ogni giorno trova estimatori, ma anche qui può annidarsi un pericolo visto che le quotazioni sono quelle che erano state raggiunte al momento in cui, ricorderete tutti, nel 2000, scoppiò la cosiddetta “bolla internet”.

Il nuovo crollo dei prezzi petroliferi ha determinato ribassi diffusi fra i titoli del comparto, ed il cross Eur/Usd salito in mattinata fino a quota 1,145 è tornato successivamente a scendere ed ora è in area 1,135.

Naturalmente domani lo sguardo sarà rivolto in particolare all’Europa, attendiamo tutti una risposta definitiva per quanto riguarda la patetica vicenda greca.

Ma riteniamo che i mercati possano essere influenzati principalmente dalle scadenze tecniche, attenzione quindi.

Dow Jones (-0,24%) ennesimo record storico per Boeing (+1,71%), a seguire Ibm (+1,05%), quindi Coca Cola (+0,91%)

Wal-Mart (-3,21%) crolla dopo un profit warning sull’eps dell’anno in corso, Wal-Mart (-3,21%), scendono anche Chevron (-1,89%) e Caterpillar (-1,77%).

S&P500 (-0,11%) grande seduta per Facebook (+3,53%), supera nuovamente la media delle quotazioni degli ultimi dodici mesiEMC Corp. (+1,84%) e ritocca il proprio record storico Mastercard (+1,68%).

Torna a scendere dopo quattro sedute rialziste National Oilwell (-2,87%), esce male da una fase laterale Simon Property (-2,30%) e di nuovo in calo American Express (-1,73%).

Nasdaq (+0,37%) vola Priceline.com (+8,46%) dopo un’ottima trimestrale, di nuovo in prossimità del proprio massimo storicoRegeneron Pharma (+5,13%), quindi sale ancora Tripadvisor (+3,60%)

Non riesce ad uscire dalla crisi Mattel (-3,33%), scendono anche Vertex Pharma (-1,41%) e Staples (-1,23%).

Giancarlo Marcotti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: