Tsipras fa sul serio. Finanza europea nel panico

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

A scanso di equivoci, io sono tra quelli colti di sorpresa.

Ormai è chiaro che Tsipras fa sul serio:

  1. Si allea con la destra euroscettica
  2. Annuncia di aumentare da subito i salari minimi dei Greci
  3. Dice NO a nuove sanzioni per la Russia

E dunque, parrebbe che attuerà anche il punto 1 del suo programma: sospendere i pagamenti dei debiti della grecia fino a quando le condizioni economiche greche consentiranno di pagare. (campa cavallo)

Ora è probabile che il Alexis Tsipras voglia sedersi al tavolo dei negoziati non con una pistola sul tavolo, ma con un Bazooka carico.

Oltre alle perdite multi-miliardarie che i governi europei dovranno subire sul debito greco e piccole perdite anche per le banche, sta passando un concetto fra gli elettori del mediterraneo.

Ovvero: che l’Europa e le sue regole le puoi mandare a fare in culo, se ti prendi la responsabilità e l’onere di farlo. Certo è costoso ma arriva il momento in cui non si ha più niente da perdere (dunque in Italia ci vorrà ancora qualche trimestre)

E magari avrai pure da guadagnarci.

Ora vedremo dove e se Tsipras si fermerà. La prima stazione obbligata sarà la chiusura delle banche Greche per mancanza di contanti.

A quel punto vedremo quale è la VERA agenda di Tsipras che non necessariamente passa per rimanere nell’Euro-

Prevedo tempi duri per tutti i partiti europeisti, anche in Italia. (ehi Cazzaro, stai guardando? La campana ora suona per te)

Prevedo anche tempi duri per i Greci ma almeno potranno di nuovo lottare con una speranza e come una nazione. Non più come schiavi.

Forza Alexis.

p.s. Madonna Santa che tempi, se mi avessero detto solo 3 mesi fa che avrei fatto un tifo da stadio per un socialista impenitente mi sarei fatto davvero grasse risate. E invece…. proprio vero, questo è un periodo storico unico.

http://www.stampalibera.com/index.php?a=28690

Commenta il post