Sergio Mattarella, il neo Capo dello Stato dallo stipendio d'oro

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Sergio Mattarella, il neo Capo dello Stato dallo stipendio d'oro

Habemus Presidentem. Sabato 31 gennaio, come da pronostico, Sergio Mattarella è diventato il nuovo Presidente della Repubblica italiana. Un uomo che i media hanno ritratto come riservato, serio, un uomo di garanzia per lo Stato e soprattutto sobrio.

Sobrietà. E' la parola che da qualche settimana delinea il profilo nel neo Capo dello Stato. Nel parlare - di poche parole, ma efficaci, come si è visto nella sua prima dichiarazione ai cittadini - nei comportamenti e nelle abitudini di vita. Sergio Mattarella infatti, prima di trasferirsi nei palazzi del Quirinale, viveva in 50 metri quadri, nell'appartamento nella foresteria della Consulta - dal 2011 era a capo della Corte Costituzionale - e gira in Panda. Un Josè Mujica all'italiana, in pratica.

Eppure Il Fatto Quotidiano svela l'altra faccia della sobrietà. Una vita moderata, sì, ma per scelta personale, non dettata da ristrettezze economiche, insomma. Il quotidiano di Padellaro fa i conti in tasca al Capo dello Stato, tirandoci fuori un bel po' di denaro. Si parla di 9.363 euro di vitalizio parlamentare al mese, più una "liquidazione" per la sua carriera venticinquennale in Parlamento da 234 mila euro. "Dal maggio 2008 - scrive Il Fatto - dovrebbe averlo ricevuto fino all’ottobre 2011, quando il nostro è stato eletto alla Corte costituzionale: in tutto fanno circa 400mila euro di vitalizio incassati (viene sospeso durante il mandato alla Consulta e pure al Colle)".

Alla carriera politica si affianca quella amministrativa: dall’aprile 2009 all’ottobre 2011 era infatti membro del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa, per un gettone di presenza per il Consiglio di presidenza di circa 65mila euro l’anno, benefit esclusi. Poi la Consulta: "Ecco come si compone la retribuzione media di un giudice costituzionale: il compenso del primo giudice della Cassazione - cioè il magistrato che guadagna più di tutti gli altri - aumentato del 50% (il presidente si becca anche un altro 20%). Allo stipendio la legge aggiunge 'una indennità giornaliera di presenza pari a un trentesimo della retribuzione mensile spettante ai giudici ordinari'".

A questa si aggiunge infine la pensione da docente universitario: Mattarella è stato infatti docente di Diritto parlamentare fino al 1983: "da quella data fa il politico e i contributi per la pensione gli sono stati giustamente versati lo stesso. Non si sa quale sia la cifra, ma se stiamo alla media si tratta - più o meno - di 80mila euro l’anno", scrive il giornale.

A tirare le somme, dal 2008 a oggi Sergio Mattarella ha messo da parte una consistente cifra di denaro, pari più o meno a 2,8 milioni di euro circa l'anno. "Ora -conclude Il Fatto - si dovrà accontentare di 239mila euro l’anno, lo stipendio del capo dello Stato fissato da Napolitano: forse è per questo che pare triste".

Fonte: it.notizie

Commenta il post