La Russia lancia un'OPA sulla Grecia

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

La Russia lancia un'OPA sulla Grecia

Nota di Rischio Calcolato: dopo meno di 72 ore Alexis Tsipras si dimostra essere ben diverso dal solito ipocrita sinistronzo di cui gli italiani (io per primo) sono abituati. Le prime mosse di Tsipras denotano il ritorno in Grecia di una forte politica nazionalista, ed è perfettamente irrelevante che tale istanza venga da sinistra e non da destra. Il nazional-socialismo è la fusione fra gli estremi, estremi che mettono al centro comunque lo stesso soggetto, ovvero lo Stato e l’interesse nazionale. Dunque parrebbe che Tsipras affianchi l’Ungheria, l’Inghilterra, l’Islanda e per certi versi la Polonia (in attesa della Danimarca e della Spagna e della Francia…) verso il ritorno della supremazia dello stato nazionale sull’idea di super stato europeo. Devo quindi fare immediatamente le mie scuse ad Alexis Tsipras per averlo giudicato male e attraverso un pre-giudizio dettato dalla mia esperienza personale fatta di 43 anni in Italia. Forza Alexis.

Questo è un guest post tratto da Iceberg Finanza di Andrea Mazzalai.

EXCLUSIVE: Putin’s proposal to Tsipras: “We will become a …

Moscow gave the green light and hasty call to Alexis Tsipras in the shadow of the serious developments in Ukraine and the region . After the fall of the Karamanlis government , Russia had loose interest in Greece , since Ukraine government at that time was sympathetic especially in the energy game . Today, the HellasForce reveals the proposal of the Russian side that might shock the leader of SYRIZA , after the Russians know a lot more than you think for the political system in Greece .

Ieri sempre all’improvviso dopo aver visitato come primo atto istituzionale… Grecia: primo atto di Tsipras premier, fiori a memoriale strage nazista Tsipras ha dichiarato…

Tsipras a sorpresa: no a nuove sanzioni alla Russia

BRUXELLES – Sarà una riunione difficile quella che i ministri degli Esteri dei Ventotto terranno giovedì a Bruxelles per decidere se adottare nuove misure contro la Russia per il suo atteggiamento in Ucraina. Mentre nella parte orientale del paese le tensioni tra separatisti russofoni e nazionalisti ucraini restano elevate, a sorpresa il nuovo governo greco ha preso le distanze da una dichiarazione dei leader europei nella quale chiedono alle diplomazie nazionali di valutare nuove sanzioni contro Mosca.

«La Grecia non dà il suo consenso» al comunicato del Consiglio europeo, ha affermato questo pomeriggio il nuovo governo presieduto dal premer Alexis Tsipras, perché sarebbe stata violata «l’appropriata procedura».

E ora libero sfogo alla fantasia!

Ah a proposito, Tsipras ha dato il suo NO a nuove sanzioni alla russia… bum!

p.s. e ora li voglio vedere gli euro-molluschi. Qui la Merkel sarà per la prima volta veramente in difficoltà, anche sul piano interno, cari amici teutonici mi confermano che non tira proprio un bella aria per la signora.

http://www.stampalibera.com/index.php?a=28690

Commenta il post