L’euforia contagia anche Wall Street

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

L’euforia contagia anche Wall Street

Bene in particolare il Nasdaq

Pfizer per un by-back e Coca Cola per i conti sono risultati i migliori di giornata. In calo Caterpillar ed i petroliferi. Sul Nasdaq vola Micron Tech.

Dopo l’Europa anche l’America fa festa, a dir la verità ci sarebbe poco da festeggiare, la situazione greca si sclerotizza e non sarà una proroga a cambiare l’esito della vicenda che è stato scritto ormai da anni.

La Grecia è un Paese che può rimanere nell’euro solo se sussidiato, ed allora se ai greci va bene questo, continuiamo pure, ma se fossi un abitante di quel Paese preferirei, per orgoglio personale, ripartire da zero, ma libero e senza il perenne “cappello in mano”.

Ritornando agli Stati Uniti, ed al mercato dell’equity più in generale, pare proprio che le Borse continuino la loro escalation per “mancanza di concorrenti” o “mancanza di alternative”.

L’odierna giornata è stata emblematica, gli indici sono saliti costantemente per tutta la durata della seduta, poi, nella mezz’ora finale, una bella lotta, i trader si saranno senza dubbio divertiti in questi ultimi trenta minuti.

Gli indici a stelle e strisce ormai sono tornati in prossimità dei propri massimi storici e tutti aspettano la prima sfornata di Quantitative easing all’europea che Draghi distribuirà a marzo.

Le trimestrali rese note in giornata sono risultate generalmente positive, ed anche loro hanno contribuito all’odierna performance.

Dow Jones (+0,79%) dopo l’annuncio di un by-back per 5 miliardi di dollari Pfizer (+3,27%) ritocca nuovamente i massimi degli ultimi dieci anni. Dopo una trimestrale migliore delle attese in guadagno Coca Cola (+2,84%) e torna a salire anche Intel (+2,34%)

Soltanto quattro i ribassi: Caterpillar (-0,91%), Exxon (-0,60%), Visa (-0,34%) e Chevron (-0,23%).

S&P500 (+1,07%) Qualcomm (+4,69%) pagando una pendenza con l’antitrust cinese è stata premiata dal mercato, vola General Motors (+4,22%) e stabilisce il nuovo massimo storico Texas Instruments (+2,86%)

Nuovo dietro front per Freeport McMoran (-4,10%), in calo anche Halliburton (-2,09%) ed Apache Corp. (-1,44%).

Nasdaq (+1,30%) performance stellar per Micron Tech (+9,66%) dopo un accordo di fornitura con Inotera Memories, giornata da ricordare anche per Marriott Int. (+5,23%) quindi miglior fixing di sempre per Avago Technologies (+4,69%)

Sul fondo: Mattel (-1,68%), Staples (-0,99%) e Tesla Motors (-0,55%).

Giancarlo Marcotti

Commenta il post