John Virapen - Effetti Collaterali: Morte

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

John Virapen - Effetti Collaterali: Morte

Un libro che mostra il volto più inquietante di un potere profondamente radicato nella nostra società, che fonda sulla sua immagine «rassicurante» la sua forza di convinzione delle masse, considerate soprattutto come consumatori, ben più che come pazienti, e soprattutto piuttosto che persone.

I fatti sono profondamente circostanziati, e la visione «dall'interno» che viene fornita è lucida

Raggelante.

Tra le inquietanti rivelazioni che si succedono nella narrazione, emerge la scelta di un uomo sicuramente coinvolto, ma che oggi ha deciso di rompere il muro del silenzio. Raccontando la verità.

John Virapen (1943) è un esempio di «self made man» nel senso più classico.

Di umilissime origini, nato in una colonia britannica, La Guyana, venne in Europa per compiere i suoi studi, ed in Svezia cominciò a lavorare per l'industria farmaceutica come rappresentante. La sua carriera in continua ascesa lo portò alla direzione generale di Ely Lilly Inc., una delle maggiori industrie farmaceutiche mondiali, in Svezia. Dopo essere stato parte di un meccanismo decisamente spietato, ha scelto di cambiare decisamente rotta, ha scelto di denunciare tutto ciò che ha fatto, che ha visto fare.

Commenta il post