Il metodo di apprendimento linguistico MOSA Learning ®

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Il metodo di apprendimento linguistico MOSA Learning ®

L’efficacia dell’apprendimento attraverso il metodo MOSA Learning ® di MosaLingua si basa su vari concetti di scienza cognitiva e di psicologia:

  1. Il sistema di ripetizione dilazionata (Spaced Repetion System)
  2. Il ripasso attivo
  3. La metacognizione
  4. Il principio di Pareto
  5. La motivazione e la psicologia di colui che apprende
  6. Il metodo MOSA Learning ®
  7. Referenze / Fonti

Vedrai che, malgrado qualche nome un po’ complicato, questi principi sono facili da capire. E capirai anche le ragioni dell’efficacia di MosaLingua e perché l’applicazione si distingue dagli altri metodi. Abbiamo, infatti, già accompagnato più di 500.000 persone nel loro apprendimento.

Il sistema di ripetizione dilazionata (Spaced Repetion System)^

Tutto il mondo lo sa, più ripetiamo un concetto e più abbiamo possibilità di ricordarlo in futuro. Invece, poche persone conoscono il modo migliore di effettuare queste ripetizioni. La maniera peggiore di imparare è di ripetere dieci volte la stessa parola poco prima di un esame, perché la dimenticheremmo dopo pochi giorni. Infatti, per far entrare un’informazione nella nostra memoria a lungo termine bisogna dilazionare i ripassi nel temposeguendo un planning diverso a seconda delle persone e dei concetti da memorizzare. Ad esempio, una prima volta dopo 5 minuti, poi dopo 7 ore, poi dopo 3 giorni, poi 10 giorni, poi un mese, fino a quando la parola non entra nella memoria a lungo termine. Questo planning è calcolato partendo dalla curva dell’oblio, che permette di farti ripassare un concetto appena prima di dimenticarlo , dilazionando poco a poco i ripassi (rif. Bahrick & Phelps).

MosaLingua utilizza una versione leggermente modificata dell’algoritmo derivato dalle richerche di Piotr Wozniak. Se vuoi saperne un po’ di più, leggi il nostro articolo su il Sistema di Ripetizione Dilazionata di MosaLingua.

Il ripasso attivo^

Le domande a scelta multipla o altri sistemi di apprendimento che chiedono semplicemente diriconoscere la risposta corretta tra le altre non sonoaffatto efficaci per la memorizzazione.

Conoscere veramente qualcosa vuol dire essere capaci di tirarla fuori facilmente dalla propria memoria, senza aiuti o indizi. Questo è tanto più vero per l’apprendimento di una lingua.

MosaLingua utilizza un sistema di carte interattive che richiede più sforzo ma che è molto più efficace .
Inoltre, il fatto di estrarre regolarmente un’informazione dalla propria memoria rinforza la memorizzazione. (ref.Pashler et al, 2007). Per semplificare, il cammino nella rete di neuroni che permette di accedere all’informazione diventa sempre più rapido e affidabile.

Ma non è tutto: rispondere a una domanda attingendo nelle profondità della memoria, provando a pronunciare bene, poi girare la carta per ricevere la risposta immediatamente, oltre che efficace , è sorprendentementedivertente . È per questo che milioni di persone utilizzano le carte ( flashcards in inglese) per il loro apprendimento.

La metacognizione^

Il semplice fatto di riflettere su una risposta e poi di rivelarla sarebbe incompleto senza il terzo e più importante componente di questo sistema di apprendimento: la metacognizione. Si tratta dell’arte di riflettere sul proprio pensiero . Prima di rivelare la risposta, MosaLingua ti domanda di valutare la tua memorizzazione (in una scala da 1 a 4). La ricerca ha dimostrato che l’atto di valutare da soli il proprio apprendimento permette di rinforzare la propria memoria in una maniera molto efficace. (rif. self-assessment, Sadler, 2006).

Il principio di Pareto^

Il principio di Pareto spiega che l’80% degli effetti sono dovuti al 20% delle cause. Ciò si applica in numerosi campi. Ed è tanto più vero per le lingue: sapevi che le 100 parole più frequenti rappresentano la metà degli scritti (dimostrato per l’inglese).

Ovviamente, non bisogna accontentarsi di apprendere 100 parole, ma concentrandosi all’inizio sulle parole più utilizzate, i progressi potranno essere spettacolari . In più il globish ha dimostrato che è possibile esprimersi con solo 1500 parole ben scelte (è una questione di meno di tre mesi con solo 10 minuti al giorno con MosaLingua. Una volta appresa questa base, MosaLingua ti propone di completare il tuo vocabolario con del vocabolario specializzato secondo i tuoi bisogni (più di 3 000 parole nell’applicazione).
Per la grammatica vale lo stesso principio, MosaLingua introduce poco a poco delle frasi con una struttura semplice che servono nella maggioranza dei casi (i sentence patterns: sempre quel 20% che serve nell’80% dei casi). Memorizzando queste frasi, il nostro cervello estrae dei modelli per adattarli ad altre situazioni. Così,per cominciare ad esprimersi non c’è bisogno di conoscere tutte le regole di grammatica e le loro eccezioni. Al contrario, cominciare l’apprendimento dalla grammatica può rallentare l’apprendimento e la fluidità della parola (non si ha il tempo di pensare alle regole di grammatica mentre si parla).

D’altra parte, quando si è convinti dell’utilità di quello che apprendiamo, la memorizzazione è molto più facile. MosaLingua non ti farà mai imparare delle frasi inutili (ex. “My tailor is rich”) ma ti suggerirà delle parole o delle frasi in funzione del tuo livello, della lista di parole più frequenti e dei tuoi bisogni specifici. In tutti i casi, resterai padrone del tuo apprendimento , avrai sempre la facoltà di ignorare una parola o un esercizio se pensi che non ti serva subito.

La motivazione e la psicologia di colui che apprende^

Apprendere una lingua è un’esperienza formidabile, ma richiede uno sforzo considerevole e numerosi cambiamenti nel nostro modo di pensare e nel nostro funzionamento cerebrale. Per esempio, due scienziati hanno dimostrato che le persone che padroneggiavano almeno 2 lingue avevano un elettroencefalogramma differente dagli altri (ref. Klein et al. 2013) e che questo ritardava la malattia di Alzheimer (ref. Alladi et al. 2013).

Inoltre, bisogna sapere che la causa numero uno dei fallimenti nell’apprendimento di una lingua è l’abbandono, dovuto a una cattiva gestione della motivazione (che varia nel tempo). Esistono dei metodi molto efficaci per superare i momenti di demotivazione e trasformare un lavoro in un’abitudine piacevole.

Peraltro, senza saperlo molte persone hanno dei blocchi rispetto alle lingue straniere (spesso creati durante la scuola) e bisogna anche sbarazzarsi di alcune false credenze sull’apprendimento delle lingue straniere.

Tutti questi cambiamenti non si possono fare in un giorno e necessitano un accompagnamento lungo tutto il percorso di apprendimento . E sappiamo che ognuno è diverso e ha quindi modi diversi di apprendere. Il nostro team è, infatti, composto da numerosi professori esperti ed appassionati di lingue : abbiamo tutti imparato dalle 2 alle 6 lingue da soli (in auto-apprendimento).
È per questo che proponiamo gratuitamente un accompagnamento via email , presentando le migliori risorse di internet, così come dei consigli tramite dei bonus o tramite la comunità di apprendimento sul blog di MosaLingua. Ti forniremo, in effetti, tutti gli strumenti necessari per permetterti di creare il tuo metodo di apprendimento personalizzato e adattato ai tuoi bisogni.

Il metodo MOSA Learning ®^

La combinazione di questi 6 concetti forma il metodo MOSA Learning ® (Motivating Optimized System for Adaptive Learning) creato da MosaLingua. In costante evoluzione, ci sforziamo di applicare le ultime scoperte della ricerca per creare un metodo molto efficace e all’avanguardia della tecnologia, facendo ben attenzione alla facilità d’uso.

Referenze / Fonti^

  • Bahrick, H. P., & Phelps, E. (1987).
    Retention of Spanish vocabulary over 8 years. Journal of Experimental Psychology: Learning, Memory, and Cognition.
  • Pashler, H., Bain, P., Bottge, B., Graesser, A., Koedinger, K., McDaniel, M., & Metcalfe, J. (2007).
    Organizing instruction and study to improve student learning. Institute for Educational Sciences, U.S. Department of Education
  • Sadler, P. (2006).
    The impact of self- and peer-grading on student learning. Educational Assessment,
  • Denise Klein, Kelvin Mok, Jen-Kai Chen, Kate E. Watkins. (2013)
    Age of language learning shapes brain structure: A cortical thickness study of bilingual and monolingual individuals. Brain and Language
  • S. Alladi, et al. Nov. 6, 2013
    Bilingualism delays age at onset of dementia, independent of education and immigration status. Neurology

Commenta il post