È a Dubai la più grande gara d’appalto del mondo per un parco fotovoltaico

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

È a Dubai la più grande gara d’appalto del mondo per un parco fotovoltaico

Un consorzio guidato da ACWA Power è risultato, come annunciato dal Dubai Electricity and Water Authority(DEWA) il primo offerente in grado di sviluppare, costruire, e gestire un impianto fotovoltaico di una potenza netta di 200 MW (260MWp installato) per la Fase II della più grande centrale di energia da fonte rinnovabile del Medio Oriente, localizzata a circa 50 km a sud dalla capitale degli Emirati Arabi Uniti: il Mohammed bin Rashid Al Maktoum Solar Park

L’offerta vincente ha fissato una nuova pietra miliare a livello mondiale in quanto riduce il costo dell’energia elettrica prodotta da questa fonte di oltre il 20 per cento. ACWA Power riceverà una tariffa livellata pari a 5,84 USD centesimi / kWh (circa 0,50 centesimi di euro) a fronte di un contratto di fornitura di 25 anni (PPA power purchase agreement) a partire dal 2017.

Si tratta del più grande impianto solare al mondo realizzato in un’unica fase. Produrrà energia elettrica sufficiente per alimentare 30.000 case ogni anno, grazie ai pannelli fotovoltaici. Si stima che il progetto sarà in grado di evitare l’emissione di 469.650 tonnellate di CO2 equivalenti per ogni anno di funzionamento.

Paddy Padmanathan, presidente e amministratore delegato di ACWA Power, ha commentato in una nota stampa: “Dubai ha una chiara strategia per diversificare il suo mix energetico grazie alle fonti rinnovabili, e in particolare il solare riveste un ruolo chiave. Quando si riescono a combinare un ambiente politico stabile e la disponibilità di finanziamenti a basso costo, si rende possibile alla tecnologia fotovoltaica di diventare commercialmente conveniente”.

La gara d’appalto, per un valore di oltre 5 miliardi di dollari, per la costruzione della Fase II del Mohammed bin Rashid Al Maktoum Solar Park è stata lanciata nella primavera del 2014 secondo il modello build-own-operate (BOO) ed ha visto la partecipazione di 24 produttori indipendenti di energia (IPP).

Il progetto prevede l’utilizzo di pannelli fotovoltaici sottili realizzati dall’americana FirstSolar ed occuperà una superficie complessiva di 40 chilometri quadrati. Con questo impianto ACWA Power vuole aiutare le politiche di sviluppo sostenibile e di green economy promosse da Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, anche in virtù dell’annunciato obiettivo di ampliare ulteriormente il Parco fino a raggiungere 1.000 MW di potenza elettrica installata.

Fonte: www.greenreport.it

Autore: Aldo Ferretti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: