Riflessioni post attentato : una guerra valutaria per il signoraggio? - di Nicoletta Forcheri

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Riflessioni post attentato : una guerra valutaria per il signoraggio? - di Nicoletta Forcheri

Mi dicono dalla Francia che non è ancora trapelata alcuna immagine, né filmato, dei cadaveri dei due agenti o delle altre dieci persone morte uccise nell'attentato a Parigi del 7 gennaio scorso - a parte in questo preciso istante questa che pubblichiamo sopra, da Le Monde.

Se si pensa che ciò sia fatto per rispetto della sensibilità delle famiglie e per non mostrare immagini crude ciò fa il paio con le sparizioni iniziali - prima che diventasse l'icona girata in continuazione sui mainstream- del filmato dei due che uccidono l'agente a terra, e di tutti i post contenenti tale filmato, con la scusa che conteneva immagini violente ma che di crudo non avevano niente (cfr. http://www.youreporter.it/video_Attentato_Charlie_Hebdo_il_video_in_versione_non_censurata). E come far combaciare questa scusa con il fatto che di immagini violente, crude, schifose, vomitevoli ce ne sono a iosa ovunque in giro nel net, sgozzamenti, stupri, prigionieri a terra costretti a mangiare cacca di cane? Per non parlare di tutte le immagini sataniste, di tutti i film possibili e immaginabili alle quali le pecore - beeeeh! - non solo sono assuefatte, ma pagano pure per poterle visionare?
E per continuare il ragionamento, sono stati ritrovati i documenti di identità dei presunti killer, in tipica modalità 11 settembre e false flag ben collaudata nel tempo (cfr. 1 e 2). Ci prendono proprio per "imbéciles" come diceva Maris (aveva scritto un libro dal titolo "Lettera aperta ai guru dell'economia che ci prendono per degli imbecilli" cfr. 4).

Ora non è per sminuire il pericolo jihadista, ma oramai per chi ci segue è chiaro e lampante che così come il fanatismo sinistrorso delle brigate rosse fu impiegato dalla cupola della finanza per soffocare le velleità di sovranità monetaria al popolo al tempo degli anni di piombo - vedi caso Moro e le 500 lire, ucciso dalle brigate rothschilds (cfr.3) - così oggi lo stesso schema della strategia della tensione degli anni di piombo si ripropone in altri paesi europei, e in particolare in Francia.
Si potrebbe dire che è scoppiata la guerra valutaria tra due blocchi, e che l'attentato ne è un segno di tensione tangibile, travestito in guerra di religione, dove questa volta invece dei brigatisti si trovano i jihadisti... che normalmente però si fanno saltare in aria...? Una guerra valutaria con una posta in gioco: il signoraggio della valuta internazionale, che fino a ieri era il dollaro...Chi ottiene il primato per le transazioni internazionali in risorse, ha vinto.
Ma perché la Francia? Abbiamo già indicato dell'uccisione di Bernard Maris (vedi post sotto), che era un economista brillante, che aveva gli uditori gremiti all'università, che preconizzava la parziale cancellazione del debito che lui collegava alla truffa della creazione monetaria dal nulla di un gruppo di privati rentiers, non privandosi di parlarne in TV dove compariva abbastanza spesso, oltre che era stato citato negli interventi di Saba nelle assemblee delle banche nel 2014 (cfr. 4) per denunciare il falso contabile - insomma un Prof Caffé francese (cfr. 5 ). la Francia aveva non solo riconosciuto lo Stato palestinese il 4 dicembre scorso, ma dimostrava la volontà, assieme alla Merkel, di infrangere l'embargo commerciale sulla Russia avendo Hollande incontrato Putin a dicembre (cfr. 6) e di voltare le spalle al TTIP.
Non vi ricorda niente? Gli attacchi a Berlusconi in seguito alle sue molteplici visite al suo "amico" Putin e i vari accordi Southstream e di fornitura di gas? I tentativi di violare l'embargo contro l'Irak della Francia che voleva commerciare direttamente il petrolio in euro all'epoca di Saddam poi soffocati con la guerra e l'invasione all'Irak? Non vi riecheggia la volontà - e non velleità - di Gheddafi di vendere il SUO petrolio in dinari doro non prima di avere aumentato debitamente le royalties dovute dalle multinazionali e conseguente guerra e invasione della Libia?
Perché chi ci segue sa che il dollaro, non più ancorato all'oro, è agganciato al trading di petrolio e che quindi per sostenerne il prezzo artificialmente alto - anche quando ci sembra al ribasso come adesso - ha bisogno di transazioni petrolifere persino "mimate" (dixit Ioppolo qui https://www.youtube.com/watch?v=Ea7mAb0l8BI al minuto 1:26) e sa quindi che per controllare la moneta bisogna controllare le risorse e che per controllare le risorse bisogna controllare la moneta...
In tale contesto, si delinea chiaro da qualche anno l'attacco all'Europa e all'eurasia, e all'euro. Specie da quando Soros e Morgan hanno cominciato a speculare sul disfacimento dell'euro nel 2011 - già si mormora della fuoriuscita della Grecia. L'Africa deve rimanere sfruttata e sottosviluppata a vantaggio della stessa cupola che utilizza il franco coloniale africano insieme al Tesoro francese (cfr. 7), come riserva di materie prime e di entrate in valuta, ma l'Europa non deve assolutamente aspirare a mettere a repentaglio, con le sue idee tradizionalmente "sociali" e la sua posizione geostrategica con la Russia, e l'eventuale risveglio di una popolazione tradizionalmente educata, la supremazia della Federal Reserve, delle sue primary dealers (che sono il cartello delle dealerche ci strozzano), e il petrodollaro, attualmente sfidato dal blocco Russia/Cina. Soprattutto, i potenziali leader di opinioni non sistemiche, tipo Maris, devono o sparire mediaticamente o essere eliminati. Gli insider sistemici non d'accordo, o che sanno cose scomode, invece, si stanno suicidando o spariscono in morti strane (vedasi la lista di banchieri morti negli ultimi due anni).

Il divide ut impera continua e traspare chiaro da una moneta unica che di unico non ha niente, per volere degli stessi circoli della cupola finanziaria, nata mostruosa poiché assomigliando vagamente all'ECU, come fosse una moneta comune, nel contempo ha però privato ogni singolo Stato dell'eurozona della sovranità monetaria locale, imponendogli un debito iniquo, ingiusto e matematicamente esponenziale, uno strozzinaggio variegato a seconda delle idee "politiche" del tutto arbitrarie delle tre agenzie di rating che determinano lo spread, un debito che colpisce chi più chi meno in modo del tutto arbitrario puntando soprattutto i cosiddetti PIIGS da macellare, di cui noi in primis.

Questa guerra alla compattezza dell'Europa viene perpetuata quindi da mille e una regola che cementano invece quella delle multinazionali mentre trasformano il territorio europeo in un continente alienato a sé stesso, in un "not even field" - dove le differenze non riguardano la cultura, appiattita dal cosiddetto letale "pensiero unico" atlantista, bensì il trattamento sociale, il welfare, il debito, l'erogazione del credito, il fisco fino allo statuto di cittadinanza, in modo da discriminare i cittadini gli uni contro gli altri e offrire guadagni speculativi immensi e concorrenza SLEALE al cartello delle multinazionali (un tutt'uno con la stampa moneta delle banche) che lucrano su tali differenze esattamente come fanno da generazioni gli avi dei controllori della moneta e dei cambiavalute che lucravano sulla differenza di tasso cambio oro/argento tra la zona europea e quella africana, e parlo dei tempi di Venezia...
Si ma, la guerra di religione in tutto questo che cosa c'entra? C'entra in quanto qualcuno ce la fa entrare per depistare. La stessa massoneria che governa il mondo e che adora il potere e lo sterco del diavolo non esita a fare fuori i suoi stessi fratelli quando sgarrano, il che spiega l'uccisione spietata di una satira che era stata particolarmente indulgente nei confronti della massoneria, particolarmente blasfema e sacrilega nei confronti del cristianesimo (si ricordi la vignetta della trinità in posizione sodomitica) e sufficientemente offensiva "ma non troppo" nei confronti di maomettiani ed ebrei...Quindi?
Quindi per concludere i rentier e gli eretici banchieri al vertice della pirlamide sta facendo salire le tensioni tra l'islamismo integralista e gli europei da una parte, e tra l'Europa e il blocco ex sovietico dall'altra, il tutto perché essendo che il dollaro - re forzoso delle valute mondiali fino a ieri - si sta detronizzando, rivelandosi per quello che è, pura carta da cesso millantata per VALORE grazie a un CORSO FORZOSO e FORZATO che va inculcato e imposto con la forza, chi ne trae profitto corre ai ripari ogni volta che il gioco si fa evidente, che il re è ignudo. La combriccola del petrodollaro quindi parte alla surenchère con maggiori scommesse sui fallimenti degli Stati (derivati), maggiori scommesse sulle guerre scommettendo su ambo le parti per continuare ad assicurare le rendite del dollaro, sia pur artificialmente. Le stanno tentando tutte per farci schierare forzosamente da quella parte, adesso anche con il cambio paventato $:€ a 1:1, e lo fanno, se del caso, sguinzagliando i loro squadroni della morte.
Di pirla della base pirlamidale è pieno il mondo, anzi con l'operazione in atto della massoneria per aumentarne: outing clamoroso in cui Gioele Magaldi e la sedicente massoneria "buona" invita il gregge, niente meno che dal blog di Grillo, ad aderire alla creazione di un movimento ispirato a Roosevelt, 32° di rito scozzese (cfr. 8) grazie al quale i soliti rentier potranno sommergerci ulteriormente di debiti né più né meno che fece lui con i suoi New Debts....
Debiti a vantaggi degli stessi rentier del petrodollaro, alcuni dei quali coincidono con chi si mette d'accordo con i rentier mandarini per commerciare in yuan con la Russia...(cfr. 9 )

Quindi? Non ci resta che pregare. E organizzarci.

E non sto scherzando.

Fonte: mercatoliberotestimonianze

Commenta il post