Oslo “ridisegna” l’Artico per favorire i petrolieri?

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Oslo “ridisegna” l’Artico per favorire i petrolieri?

La Norvegia ha deciso di ridefinire i confini della banchisa artica. Si tratta di una decisione controversa, che potrebbe avere come obiettivo principale quello di facilitare le attività petroliferenel mare di Barents. Ad annunciarlo è stato ieri il ministero dell’Ambiente, proprio mentre un altro dicastero di Oslo, quello del Petrolio, ha concesso il proprio via libera a 57 progetti di esplorazione, alcuni dei quali in acque estremamente settentrionali, che finora non sono mai state aperte dal Paese scandinavo.

Una norma introdotta nel 2013 aveva imposto il divieto di aprire alle esplorazioni petrolifere le zone situate attorno alla calotta polare, al fine di proteggerne l’ecosistema. Ma a causa delriscaldamento climatico, il ghiaccio si ritira sempre più a Nord e, stante la legge, le trivellazioni possono sfruttare i varchi aperti.

Da parte sua, il ministero dell’Ambiente non sembra voler porre un argine al problema. La responsabile Tine Sundroft, riferisce l’agenzia AFP, ha spiegato che è importante disporre di conoscenze attualizzate sulle località più vulnerabili, e per questo ha fatto sapere di aver chiesto all’Istituto polare norvegese di aggiornare i propri calcoli. Tale cambiamento potrebbe consentire al governo di approvare nuove licenze petrolifere.

Fonte: www.valori.it

Andrea Barolini @ barolini@valori.it

Commenta il post