Gli investimenti alternativi valgono 7 trilioni di dollari

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Gli investimenti alternativi valgono 7 trilioni di dollari

Alla fine del 2014, l’ammontare totale degli asset gestiti nel mercato mondiale degli “investimenti alternativi” (hedge, private equity, fondi di investimento attivi nei settori del debito privato, delle infrastrutture e dell’immobiliare) ha raggiunto quota 6.910 miliardi di dollari attraendo nuovi investimenti per circa 690 miliardi contro i 648 registrati nel 2013. Lo ha riferito in questi giorniFinalternatives citando i dati diffusi dall’ultima edizione del Global Alternatives Report realizzato dal data provider Preqin. Un trend, ha affermato il Ceo di Preqin Mark O’Hare, che evidenzia “una crescita significativa degli asset gestiti” all’interno del comparto.

Il dato conferma le prospettive di espansione del settore nonostante la persistenza di alcuni aspetti critici. Gli investitori, in altre parole, non si sarebbero fatti intimorire dal calo dei rendimenti sperimentato dai fondi hedge che nel corso del 2014, aveva segnalato a dicembre Bloomberg, avevano registrato rendimenti medi del 2% circa, il risultato peggiore dal 2011. Poco influente, a quanto pare, anche la decisione assunta da alcuni grandi fondi pensione che, dalla Californiaall’Olanda, hanno annunciato di recente l’imminente disinvestimento dal comparto degli investimenti alternativi chiamando in causa, tra le altre cose, gli elevati costi di gestione ad essi associati.

Foto: dominio pubblico (Wikimedia Commons)

Fonte: www.valori.it

Matteo Cavallito @ cavallito@valori.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: