Big Eyes - La recensione di Sara Michelucci

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Big Eyes - La recensione di Sara Michelucci

Eclettico e visionario, Tim Burton torna al cinema con Big Eyes, storia di amore e arte, di bugie e ricerca della propria individualità. Il film racconta la vera storia di Margaret Keane, pittrice degli anni cinquanta e sessanta, e del marito Walter Keane, ritenuto per anni il vero autore delle opere della moglie, che rivoluzionarono l’arte americana. Dopo Ed Wood, Burton sceglie nuovamente un’opera biografica, con gli stessi sceneggiatori, Scott Alexander e Larry Karaszewski.
A narrare la storia è Dick Nolan, che scrive per un giornale scandalistico. Si parte con il racconto di Margaret Ulbrich, la quale nel 1958 decide di scappare dalla sua abitazione in California assieme alla figlia Jane per San Francisco, perchè non riesce più a sostenere la sua relazione col marito Frank

Si trasferisce così nella nuova città in cerca di lavoro, ma purtroppo, nonostante il suo grande talento come pittrice, le possibilità di trovare un’occupazione sono pochissime. L’unica strada per il guadagno è costituita dalla realizzazione di ritratti per la strada, anche se il salario è esiguo.
È lì che incontra un altro pittore di strada di nome Walter Keane, che cerca di approcciarsi a Margaret, per la quale prova una forte attrazione. Walter è un agente immobiliare e come hobby dipinge dei vicoli di Parigi, mentre Margaret si ama ritrarre bambine con occhi di dimensioni sproporzionate al resto del corpo.
I due cominciano una relazione e Walter, dopo che l’ex marito di Margaret pretende che le venga assegnata la figlia Jane, propone a Margaret di sposarlo. Ma ben presto l’idillio svanisce. Walter decide, infatti, di far sue le opere della neo moglie, spacciandole come suoi lavori e ottenendo un grande successo. Margaret, però, non ha la forza di opporsi, così accetta suo malgrado la situazione.
Ma la cosa non è destinata a durare e la sua voglia di ribellarsi al malvagio marito avrà la meglio. È un Tim Burton meno originale del solito, che non osa più di tanto con narrazioni e immagini e diverte molto meno.
Big Eyes (2014)
Regia: Tim Burton
SCeneggiatura: Scott Alexander, Larry Karaszewski
Attori: Christoph Waltz, Amy Adams, Krysten Ritter, Jason Schwartzman, Danny Huston, Terence Stamp
Produzione: Silverwood Films, Electric City Entertainment, Tim Burton Productions
Distribuzione: Lucky Red

Fonte: www.altrenotizie.org

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: