Primarie Pd: in Veneto nessuno va a votare

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Primarie Pd: in Veneto nessuno va a votare

Deprimenti, è forse l’aggettivo che maggiormente si presta a descrivere le primarie organizzate in Veneto dal Pd per scegliere il candidato da opporre al leghista Luca Zaia attuale Presidente della regione.

Ha vinto Alessandra Moretti che aveva di fronte due cavalli di razza come Simonetta Rubinato (?!?) e Antonio Pipitone (?!?) tipico cognome veneto, accreditato come rappresentante dell’Idv (ma esiste ancora?).

Insomma tre candidati che hanno creato entusiasmo, nel Veneto non si parlava d’altro che di questa epica sfida ed a votare si sono trovati quindi loro tre più qualche amico e familiare.

Sotto questo punto di vista è emblematica la foto ufficiale della vincitrice nel momento in cui deposita la scheda nell’urna, dietro di lei un desolante vuoto, non c’era lo straccio di una persona, una scena penosa.

Ma ricordiamo l’invidiabile curriculum professionale della candidata prescelta, Alessandra Moretti:

Laureata in Giurisprudenza ad Urbino (ricordiamo che la prestigiosa facoltà di Legge di Padova è, a detta di tutti, selettiva, quindi chi non ce la fa, per arrivare al pezzo di carta, è costretto ad emigrare verso atenei più “alla portata” ), ex Vicesindaco di Vicenza (mai rimpianta), ex portavoce a sorpresa (aveva bisogno anche di una giovane donna nella triade) di Pierluigi Bersani per le primarie del 2012 e per questo l’anno successivo inserita nella lista alle elezioni politiche.

Visto il fallimento elettorale di Bersani, lo abbandona, ma alle successive primarie sbaglia candidato (scegliendo Cuperlo) salvo ricredersi a posteriori, si avvicina così (politicamente) all’astro nascente Matteo Renzi che l’accetta del suo entourage candidandola come capolista per la circoscrizione NordEst alle elezioni europee.

A Strasburgo si distingue per la sua assenza e la totale inattività parlamentare, in compenso risulta sempre presente sui vari canali televisivi nostrani ospite di tutti i talk show spazzatura.

Ed eccoci infine a queste primarie indette dal Pd per stabilire l’avversario da opporre all’attuale Governatore Luca Zaia .

Nella vita privata lo scorso anno si è separata dal marito, dal quale aveva avuto due figli, per mettersi con Massimo Giletti.

Insomma un curriculum di tutto rispetto che fa della Moretti una temibile avversaria per il Presidente Zaia alle prossime elezioni regionali che si terranno fra circa sei mesi.

Giancarlo Marcotti

Commenta il post