La Cia costa agli Usa 50 miliardi di dollari - di Loretta Napoleoni

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

La Cia costa agli Usa 50 miliardi di dollari - di Loretta Napoleoni

Gli anni bui che hanno fatto seguito all'attacco alla Torri Gemelle sono stati caratterizzati dall'uso della tortura. È quanto si legge nel rapporto presentato al Congresso americano questa settimana, 6.000 pagine - di cui solo il 10 per cento è stato divulgato - dove si racconta una storia densa di barbarie che sembra appartenere più al Medio Evo che ai tempi moderni. E che ha avuto costi notevoli. Secondo il rapporto del senato, infatti, il programma di detenzione illegale della Cia è costato, solo per gli "interrogatori tecnici", 1.800 dollari al giorno. Briciole rispetto al costo del rapporto: 50 milioni di dollari. Che a sua volta sono ancora briciole rispetto ai 53 miliardi di dollari di budget "in nero" che invece è costato l'intero programma della Cia.
Un programma che spesso sconfinava nella tortura. E colpisce che gli psicologi che hanno lavorato con la Cia non abbiano spiegato ai torturatori ed ai loro mandanti, e cioè la Casa Bianca di Bush junior, che sotto tortura i prigionieri non dicono la verità ma ciò che il torturatore vuole che questi confessino. È quanto ha anche dichiarato al Congresso il senatore repubblicano John McCain, che è stato torturato in Vietnam.
Nelle conclusioni del rapporto si legge che non solo le informazioni ottenute sotto tortura non hanno portato ad alcun risultato positivo ma hanno fornito prove false al governo. Forse l'obiettivo era proprio questo: usare le confessioni dei jihadisti come prove inconfutabili che tra Saddam Hussein ed Osama bin Laden esisteva un legame e sulla base di questa menzogna invadere l'Iraq, dal momento che nessuno aveva trovato le famigerate armi nucleari del dittatore.
Tra le vittime dell'uso della tortura c'è Abu Zubaida, che aveva conosciuto al Zarqawi in Pakistan. È molto probabile che nell'agosto del 2012 quando gli americani cercavano prove per dimostrare che il legame fittizio tra Saddam e bin Laden era proprio al Zarqawi, Zubaida sotto tortura abbia loro fornito le informazioni che volevano coinvolgendo il giordano in alcuni atti terroristi nel suo Paese d'origine quali il Millennium Plot - una serie di attacchi simultanei a vari siti storici durante la notte di capodanno del 1999 -, e l'uccisione di due diplomatici.
Quando fu arrestato Zubaida venne presentato come una figura chiave di al Qaeda, in realtà non faceva neppure parte di questa organizzazione ed in Pakistan lavorava in un centro di ricovero per i mujaheddin feriti in combattimento.

http://www.caffe.ch/stories/numeri/49154_la_cia_costa_agli_usa_50_miliardi_di_dollari/

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: