Dall’Olanda la soluzione delle case sull’acqua

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Dall’Olanda la soluzione delle case sull’acqua

Non è una proposta applicabile ovunque, ma da Ijburg, sobborgo a 8 chilometri ad Est dal centro di Amsterdam, arriva il racconto di un’alternativa al consumo di suolo e alla folle corsa dei prezzi delle case nelle grandi città. Grazie al principio di Archimede e ispirandosi a modelli urbanistici noti (da Venezia alla stessa capitale dei Paesi Bassi) è infatti nata sulla sponda di un lago la più grande comunità galleggiante dell’Europa occidentale, racconta la BBC in un reportage. Case di moderna concezione che si propongono di fornire alloggi a prezzi accessibili per le popolazioni in continua espansione. E così in quest’area bonificata si costruiscono abitazioni galleggianti a prezzi elevati, naturalmente, a partire da cifre intorno ai 390 mila euro, ma capaci di offrire spazi anche tre volte superiori rispetto ad appartamenti che in città vengono venduti a prezzi esorbitanti.

Un tema, quello delle costruzioni sull’acqua, consueto per un Paese che sta circa per un terzo sotto il livello del mare, ma che oggi si somma alla preoccupazione per il caro-affitti: brucia ancora, infatti, lo scandalo che ha travolto la più grande società di edilizia sociale del Paese,Vestia, che invece di dedicarsi solo al suo core business ha subito grosse perdite per aver investito in prodotti finanziari derivati, generando conseguenti rincari anche sui propri affittuari, e un dissesto tale che altre società di edilizia popolare hanno dovuto intervenire per rimborsare le banche ed evitare il crollo del settore.

Ma la soluzione che arriva da Ijburg potrebbe rappresentare una via d’uscita anche per altri: la BBC precisa che in tutto il mondo più di tre miliardi di persone vivono in aree urbane costiere a rischio di innalzamento del livello del mare o addirittura di inondazione, come Lagos, Mumbai e New Orleans, le quali sarebbero già in contatto con gli esperti olandesi. Come pure Londra, che studia per realizzare la sua prima comunità galleggiante nel Royal Victoria Dock, lungo il Tamigi.

Foto da Wikimedia Commons

Fonte: www.valori.it

Corrado Fontana @ fontana@valori.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: