Bloomberg: hedge in crisi, record di chiusure

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Bloomberg: hedge in crisi, record di chiusure

L’ultimo in ordine di tempo è stata Brevan Howard Asset Management LLP, una società di gestione asset da 37 miliardi di dollari responsabile della chiusura del suo fondo dedicato alle materie prime. Ma Brevan, per così dire, sembra in ottima compagnia in quella che, ad oggi, ha tutta l’aria di una clamorosa crisi di settore. Nel primo semestre del 2014 i fondi hedge chiusi per via delle scarse performance sono stati 461, un valore preoccupante: al ritmo attuale, il numero complessivo delle chiusure registrate a fine anno potrebbe risultare il più alto dal 2009. Lo riferisce Bloomberg citando i dati dell’ultima indagine della società di Chicago Hedge Fund Research Inc.

Nel 2014, ricorda Bloomberg, i fondi hedge hanno registrato un rendimento medio del 2%, la peggior performance dal 2011. I fondi di grande dimensione, in particolare, hanno fatto ancora peggio con rendimenti inferiori all’1%. Tra i fondi maggiormente penalizzati, rileva Bloomberg, quelli dedicati alle commodities che hanno risentito in particolare del calo del prezzo del petrolio. Penalizzati, paradossalmente, anche i fondi equity che non hanno saputo approfittare, se non in minima parte, dei clamorosi rialzi azionari registrati dopo la crisi. Colpa delle scommesse ribassiste smentite dalle grandi performance degli indici. Dal 2008 ad oggi, ricorda Bloomberg, le azioni presenti nei portafogli dei fondi equity del comparto hedge hanno reso il 41% contro 153% registrato dall’indice Standard & Poor’s 500, uno dei principali punti di riferimento del mercato.

Foto: JSquish (Wikimedia Commons)

Fonte: www.valori.it

Matteo Cavallito @ cavallito@valori.it

Commenta il post