Maria Bergamas - di Fabrizio Fiorini

4 novembre: quella coscienza che venne dall’Ignoto
4 novembre: quella coscienza che venne dall’Ignoto

Fu al cuore di una madre che venne dato il compito di far assurgere i poveri resti di un caduto della Grande Guerra al rango di luce eterna sull’altare dell’unità nazionale. Maria Bergamas, questo il suo nome, madre di un soldato ucciso nel ’16 sui monti del vicentino e il cui corpo non fu mai più ritrovato.
Era l’ottobre del 1921 quando Maria fu condotta, nella Basilica di Aquileia, dinanzi alla bare di undici caduti non identificati e dinanzi a una di queste, stremata, gridò in lacrime il nome del suo figliolo e non poté proseguire oltre.
Il Milite Ignoto era stato scelto. I suoi resti, sull’affusto di un cannone, come per gli eroi, fu condotto su un treno fino a Roma. Il viaggio, quasi a passo d’uomo, si protrasse per giorni. Dai grandi capoluoghi ai piccoli borghi, in ogni stazione, milioni di uomini, una marea umana di civili e militari, di autorità e di popolo, di ogni estrazione e condizione sociale, di ogni fede e fazione politica, si accalcarono attorno ai binari dove transitava il nuovo alfiere di quella Patria la cui unità, quel giorno, si compiva.
Ricordi indelebili per chiunque li abbia vissuti, come per il nonno di chi scrive, che ricordava il suo primo pianto di commozione quando, seienne, udì la banda militare eseguire “la Canzone del Piave” al passaggio del treno alla stazione di Porretta Terme.
Il Soldato Ignoto, portato al Vittoriano di Roma, divenne allora, quel 4 di novembre del 1921, il luogo su cui piangere i caduti per tutte le Maria Bergamas d’Italia, e il luogo in cui onorare la patria per tutti i figli, i nipoti e i pronipoti di una nazione che decise allora, finalmente, di rialzare il capo.
Ed è dallo spirito che accompagnò quel feretro che oggi – di nuovo “calpesti e derisi” – bisogna riprendere lo spirito nazionale. Di unità e di riscossa. Portategli un fiore. - See more at: http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=23614#sthash.nLSOPCf1.dpuf

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog