La “ sofferenza” di Livia Turco

La “ sofferenza” di Livia Turco

Il pianto di Livia Turco in tv sta facendo il giro del web, l’ex parlamentare del Pd, infatti si è commossa durante il programma “L’aria che tira” in onda sulla rete televisiva La7.

Vi chiederete: per cosa si è commossa la Turco?

Per i disastri ambientali che stanno seminando lutti e distruzioni nel nostro paese? No!

Per i casi di femminicidio che continuano ad insanguinare la nostra Penisola? No!

Per i tanti lavoratori che a nord come a sud stanno perdendo il proprio posto di lavoro a causa di questa infinita depressione economica? Macché!

E allora per cosa?!?

Ma per le tante persone che non si iscrivono più al Pd

?!?!?!?

Ahahahahahahah … Ahahahah …

No, cari lettori, lo so che la reazione spontanea è quella di farsi una risata, ma qui la cosa è seria!

Questa qua è una che si è fatta 26 anni in Parlamento, Ministro della Solidarietà Sociale nel primo Governo Prodi e successivamente in quello D’Alema e poi addirittura Ministro della Saluta nel secondo governo Prodi!!!

C’è poco da ridere!

Questa qua è stata eletta la prima volta nel Partito Comunista Italiano, poi nel Pds, ed ancora nei Ds ed infine nel Pd, occorre darle atto che è una persona coerente, lei non ha mai cambiato, è il suo Partito che ha continuato a cambiar nome.

Il fatto è che nel 2013 le hanno detto: “Livia … adesso basta!”

E lei ha ribattuto “E io cosa faccio? Devo andare a lavorare?”

“Ma no Livia – le hanno risposto – prenderai l’assegno di solidarietà’, sono 217.000 euro esentasse”

E lei “Ma non mi bastano”

“Ma sai Livia che lo Stato ti riconoscerà anche altri 241.000 euro di ‘assegno di reinserimento’ non sono proprio pochi, e poi avrai la tua bella pensione” le è stato ribadito.

“Ma a me mancano ancora due anni per andare in pensione, come faccio a vivere in questi due anni?” ha controbattuto la Turco.

“Beh, per questi due anni, non preoccuparti ti assumiamo come Funzionario all’interno del Pd fino a farti raggiungere la pensione” la tranquillizzarono dal Pd.

“E io cosa dovrò fare?” chiese infine l’ex parlamentare.

“Ma nulla. Nulla Livia. Cosa vuoi che faccia un Funzionario del Pd? Nulla! E naturalmente prenderai uno stipendio mensile, tanto sono sempre soldi pubblici!”

“Ok se è così allora va bene” concluse la Turco.

Ed ora con le lacrime agli occhi:

Mi fa soffrire vedere tanti che non si iscrivono più al Pd, chiedo a Renzi di avere considerazione di queste persone, faccia uno sforzo inclusivo, la sinistra non è un ferro vecchio“. (Livia Turco)

Giancarlo Marcotti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog