L'economia della Cina è la locomotiva del mondo

L'economia della Cina è la locomotiva del mondo

In una discussione con alcuni collaboratori sul modo professionale e ottimista in cui la Cina si è comportata durante il vertice APEC recentemente concluso, l'economista Lyndon LaRouche ha sottolineato la vera forza dietro il Paese asiatico: il suo impegno per l'estrazione di elio-3 (3He) sulla Luna. I suoi commenti sono giunti anche nel contesto della missione Rosetta dell'Agenzia Spaziale Europea, la cui sonda Philae è da poco atterrata sulla cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko, stabilendo un primato nella storia umana. Questo evento è davvero grande, in quanto ribadisce ancora una volta la forza e la natura del genere umano. Ma il fatto importante è l'iniziativa della Cina di sfruttare una risorsa mineraria della Luna, che ad oggi è la più potente fonte di densità di flusso energetico che potremo sfruttare nel prossimo futuro, cioè la vera speranza del genere umano. Come ha dichiarato LaRouche:

“In realtà la Cina è la locomotiva del pianeta in questo momento, e il programma spaziale cinese ne è il volano più importante. La gente deve capire, e pensare, che cosa questo significhi, come funzioni. Per me, è molto chiaro: il programma spaziale cinese, così come è sviluppato oggi, il modello degli ultimi cinque cicli, è il più grande movimento, il più grande impulso per il miglioramento delle potenzialità del genere umano che sia mai esistito finora su questo pianeta. Così ogni scienziato cinese coinvolto in quel progetto, in quel complesso di progetti, è una forza creativa in tutto l'universo, che imprime una spinta su ogni cosa.”

Ventiquattr'ore dopo i suoi commenti, il capo degli scienziati lunari cinesi, Ouyang Ziyuan, ha annunciato il nuovo programma per far atterrare un rover su Marte entro i prossimi sei anni. I possibili modelli del rover sono già stati esposti al pubblico: uno è stato visto alla Fiera Internazionale Cinese dell’Industria, a Shanghai, la scorsa settimana, e uno apparirà all’air show di Zhuhia, provincia di Guangdong, questa settimana. Alcuni articoli sulla fiera, pubblicati il 10 novembre, mostrano una foto dell’agenzia Xinhua che ritrae un mezzo che, nella progettazione di base, ricorda il rover lunare Yutu, però adattato alle condizioni di Marte.

Progettato dalla China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC), il prototipo di rover ha un sistema di comunicazione potenziato per adattarsi alla distanza molto più lunga tra la Terra e Marte, con un piatto-antenna più grande sul dorso rispetto a quello di Yutu. Le ruote del rover, si segnala, marziano sono più solide, rispetto a quelli del mezzo lunare, a causa di un paesaggio più roccioso (curiosità: il rover della NASA ha avuto seri danni alle ruote a causa delle rocce marziane). I pannelli solari sul rover marziano dovranno essere più grandi di quelli utilizzati sulla Luna, poiché il Sole è molto più lontano.

Il South China Morning Post, citando Ouyang Ziyuan all'inizio di quest'anno, scrive che la Cina invierà la sua prima missione su Marte nel 2020, e un ritorno di campioni senza equipaggio avverrà entro il 2030. Marte, dice l'articolo, è "il corpo celeste più adatto per un eventuale insediamento umano nel Sistema Solare".

Al fine di prepararsi per la costruzione di una base su Marte, gli scienziati cinesi sono alla ricerca di un terreno sulla Terra simile a quello di Marte; essi pensano ad esempio all'altopiano tibetano, o uno analogo. Stati Uniti, Europa, Russia e altre nazioni hanno utilizzato le regioni polari della Terra, il deserto di Atacama in Cile e altri ambienti estremi per prepararsi per le missioni di esplorazione robotica e con equipaggio.

Questo annuncio recente si aggiunge all'intenzione della Cina di costruire una base abitabile sulla superficie della Luna, per lo sfruttamento minerario dell’elio-3.

“Voglio dire, è tutto molto bello”, aggiunge LaRouche. “Il programma di sviluppo spaziale della Cina è la chiave di volta dell'economia cinese. Questa è la più grande forza guida in Cina; è anche la più grande forza di questo tipo nel mondo! La Cina rappresenta, in termini di programma spaziale oggi, il volano più potente di creatività a noi noto nel mondo.

Ed è quell'idea, è la comprensione di quel concetto, che dobbiamo esprimere affinché la gente capisca. Dobbiamo insegnarle a capire il motivo per cui ciò è importa
nte.”

Fonte: www.movisol.org

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog