I fondi pensione puntano ancora sugli hedge

I fondi pensione puntano ancora sugli hedge

In principio fu Calpers. In futuro, probabilmente, anche. Nel settembre di quest’anno, il maxi fondo pensione dei dipendenti pubblici della Californiaha annunciato un disinvestimento da 4 miliardi di dollari nei fondi hedge chiamando in causa gli elevati costi delle operazioni e l’eccessiva complessità degli investimenti. Ma a due mesi di distanza, nota oggi la Reuters, quella effettuata da Calpers sembra essere una scelta isolata. Per lo meno negli Usa. Lo ha spiegato, nel corso del Reuters Global Investment Outlook Summit, Jane Buchan, Ceo della società di gestione Pacific Alternative Asset Management (PAAMCO). I fondi pensioni, ha notato, starebbero confermando la loro fiducia nel comparto hedge, ipotizzando in alcuni casi di incrementare addirittura gli investimenti.

I fondi hedge, nota la Reuters, operano con asset gestiti per 2,5 trilioni di dollari. Le operazioni nel settore offrono tipicamente rendimenti più elevati rispetto agli investimenti tradizionali ma implicano, va da sé, maggiori rischi. Buchan, riferisce ancora la Reuters, ha spiegato che molti fondi starebbero ora cercando di ridurre i costi scaricati sugli investitori con l’obiettivo di indurre questi ultimi a mantenere le proprie operazioni negli hedge. Lo scorso mese di settembre, PMT, il fondo pensione dei lavoratori dell’industria siderurgica olandese, ha annunciato di essere pronto a disinvestire dal comparto hedge lamentando proprio l’eccessivo peso dei costi ipotizzando di sostituire la quota investita negli hedge con l’acquisizione di nuovi assets nel mercato dei mutui immobiliari nazionali.

Fonte: www.valori.it

Matteo Cavallito @ cavallito@valori.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog