Farmaci: meno del 50% è studiato per le esigenze dei bambini

Farmaci: meno del 50% è studiato per le esigenze dei bambini

“Delle centinaia di migliaia di ricette prescritte ogni anno ai più piccoli, la maggior parte indica farmaci mai studiati o sperimentati su di loro. Nel mondo, secondo uno studio della European Commission for Better Medicine for Children (2002), meno delle metà di tutti i farmaci destinati ai bambini è stata espressamente studiata per loro. In genere, i farmaci, sperimentati sugli adulti, vengono poi 'adattati' per i più piccoli secondo il criterio del peso corporeo”. A lanciare l'allarme è Francesco Chiarelli, presidente della Società italiana di ricerca pediatrica (Sirp).
"Le somministrazioni farmaceutiche pediatriche sono centinaia di milioni l’anno, ciononostante la maggior parte dei farmaci attualmente sul mercato è priva dell’autorizzazione per l’uso specifico nei bambini e viene somministrata 'off label' - spiega Chiarelli - I bambini in Italia sono il 20% della popolazione, si ammalano delle stesse malattie degli adulti e di quelle tipiche dell’infanzia, però differiscono dai più grandi anche per peculiarità farmacocinetiche (l'assorbimento, la distribuzione, il metabolismo) e farmacodinamiche (la durata del farmaco nell’organismo prima di essere eliminato)".

Fonte: www.informasalus.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog