Per una grande Lega degli Italiani

Per una grande Lega degli Italiani

E’ evidente. La manifestazione leghista di sabato 18 ottobre a Milano è destinata a segnare una svolta per il popolo italiano. L’alt all’invasione, all’immigrazione selvaggia è un passo fondamentale per la riconquista della sovranità e per la rinascita culturale ed identitaria del nostro popolo. Ed è destinata a imprimere una svolta decisiva alla politica nazionale, ingabbiata, incarcerata dalle sbarre costruite dal partito unico destra-centro-sinistra.
Alla nuova Lega di Matteo Salvini non si può guardare che con estrema simpatia e con spirito di mobilitazione e costruzione comune: ed è proprio questo il dovere di tutti gli uomini liberi, come già dichiarato esplicitamente dall’invito alla concentrazione a Porta Venezia per le 16,30: “è ora di agire”.
Sul tema immigrazione-invasione, la posizione della Lega è netta e radicale. Non certo “buonista” come quella della cosiddetta “opposizione” parlamentare dei Cinque Stelle che, al contrario, hanno anche votato per l’abolizione del reato di immigrazione clandestina. Come ha più volte specificato lo stesso Matteo Salvini, qui non si tratta certo di razzismo, ma di spendere i nostri soldi non soltanto in Italia per difendere gli italiani, per restituire loro dignità e lavoro, ma anche in opere di concreta assistenza nei Paesi di origine delle masse migratorie, attirate dai miti di un’Italia “accogliente” e, soprattutto, “opulenta” (sic).
"Questa non è immigrazione – dichiara la Lega, ma - è un'invasione di territorio, che paghiamo noi. Sospendiamo subito Mare Nostrum, ha provocato migliaia di morti e ha portato 130 mila clandestini che manteniamo in alberghi a 3 stelle. Gli italiani non vogliono mantenere un esercito di persone che fa di tutto fuorché integrarsi. Noi porteremo centinaia di migliaia di persone in piazza Duomo a Milano perché non si possono spendere miliardi di euro per aiutare gli scafisti! Spendiamo i soldi di Mare Nostrum in Africa, piuttosto! O per aiutare – con i 30-40 euro quotidiani che ci costa ogni immigrato clandestino – i cittadini italiani che non ce la fanno più a giungere alla fine del mese.
E la Rai, invece di faccia dei documentari anche sui 149 imprenditori che si sono suicidati o sugli italiani che dormono sotto i ponti”.
Quella dell’alt all’immigrazione selvaggia è per la Lega una questione fondamentale anche perché così si blocca anche l’altra faccia della medaglia che è quella dell’insicurezza sociale determinata dall’impunità che si offre alle manovalanze di una delinquenza dedita alle rapine e allo sfruttamento della prostituzione.
- See more at: http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=23603#sthash.zTowRe5r.dpuf

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog