Un sistema virtuale per pagare beni reali - di Mauro Spignesi

Un sistema virtuale per pagare beni reali - di Mauro Spignesi

Ormai la accettano ovunque. Dalle crêperie sino all'università. Nei negozi di abbigliamento come nei market on line. In circolazione ci sono oltre 12 milioni di bitcoin che si spostano da una parte all'altra del pianeta. Un traffico, nato originariamente per sottrarsi alle banche classiche e ai loro alti costi, che coinvolge privati che acquistano e poi vendono come accade con le carte di credito o sistemi tipo Paypal. Ma anche società di consulenza che si occupano di moneta virtuale. Perché i bitcoin non sono emessi da alcuna banca centrale, ma nascono e circolano sul web. E proprio per la loro caratteristica, sono volatili. Nel senso che possono crescere rapidamente di valore e con altrettanta rapidità crollare, seguendo l'altalena della domanda e dell'offerta. Come era già accaduto, peraltro, con le quotazioni di aziende legate alle nuove tecnologie. Su un aspetto però esiste una certezza: quando finiranno. La data è già stata stabilita, accadrà nel 2140, quando i bitcoin saranno 21 milioni.
Attualmente vengono coniati in rete (tecnicamente il "mining") secondo un preciso modello matematico che passa per tanti computer capaci di rendere il sistema "inaffondabile". Se un server si blocca gli altri sono in funzione. Poi chi mette a disposizione il proprio computer ha una piccola ricompensa. E se qualcuno vuole cambiare la moneta virtuale con quella reale si deve affidare a delle piattaforme, fornendo i suoi dati.
Chi usa i Bitcoin deve tuttavia avere preliminarmente un "portafoglio" virtuale sul Pc o sul telefonino e un indirizzo. "Che non ha alcuna relazione con l'Ip del computer da cui è stato generato- spiegano alla CoinDesk di Chiasso -. Possono esserci problemi di intercettazione, ma la perenne cifratura del traffico allevia notevolmente questo fenomeno". Teoricamente si può generare un indirizzo bitcoin (ne esistono quasi 200 mila) per ogni transazione, anche per aumentare il livello di sicurezza.

Fonte: www.caffe.ch

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog