Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Liquidità in crescita e miliardari “ in attesa”

Il fenomeno si presta a molte interpretazioni. E per questo, forse, potrebbe anche suscitare qualche preoccupazione. Il dato, quello più recente, parla di 60 milioni di dollari annuali, ovvero la cifra che evidenzia l’incremento medio della liquidità in deposito dei miliardari. A rivelarlo l’ultima edizione del Billionaire Census, l’indagine realizzata da Wealth-X dalla banca UBS sui dati dell’anno passato pubblicata in questi giorni.

“I miliardari di solito non parcheggiano la propria liquidità a meno che non siano nervosi riguardo al mercato o che non preparino investimenti maggiori” scrive Cnn Money. Resta da capire, insomma, quale spiegazione possa essere più convincente. Anche se entrambe, va da sé, appaiono al momento piuttosto sensate. Lo lascia intendere Kristina Hooper, U.S. investment strategist presso Allianz Global Investors, interpellata sull’argomento dalla Cnn. Da un lato, infatti, è lecito pensare che il collasso del 2008 abbia ridotto la propensione al rischio dei grandi investitori nel corso degli ultimi anni. Dall’altro, c’è l’ipotesi avanzata dallo stesso report che vede i miliardari in posizione attendista alla ricerca del momento migliore per fare nuovi investimenti. Un segnale, nota la Hooper, che contrasterebbe con lo scetticismo di chi teme che l’attuale mercato finanziario, particolarmente bullish, possa essere ormai prossimo al picco e, come tale, destinato ad andare incontro a un’ondata di ribassi.

Al momento, ricorda il report, ciascun miliardario conserva mediamente 600 milioni di dollari cash nei depositi bancari pari a circa il 19% del patrimonio personale. Tra gli investitori retail, la quota di liquidità sugli assets totali ammonta al 37%, contro il 35% coperto dagli investimenti in azioni e il 17% investito in obbligazioni.

Fonte: www.valori.it

Matteo Cavallito @ cavallito@valori.it

Tag(s) : #Lodigiano: Società
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: