Il governo dei miracolati: Andrea Orlando ( 2)

Il governo dei miracolati: Andrea Orlando ( 2)

Altro prodotto del renzismo, è lo spezzino Andrea Orlando (nella foto), senza laurea, si è ritrovato in Parlamento nel 2006, ministro dell’Ambiente nel 2012 e ministro della Giustizia nel 2013. I suoi meriti sono molteplici, soprattutto quelli di essere stato segretario provinciale della Fgci e consigliere comunale per il Pci a La Spezia. In seguito se l’è fatte tutte: dopo lo scioglimento del Pci è stato rieletto nel Pds, di cui divenne capogruppo nel consiglio comunale della sua città. Da tenere presente che Orlando ha fatto anche l’assessore alle Attività produttive e poi alla pianificazione territoriale. Poi passò ai Ds chiamato alla direzione nazionale del partito da Piero Fassino, prima con il ruolo di viceresponsabile dell’organizzazione, poi come responsabile degli enti locali. Ancora una volta ci mise lo zampino Veltroni che lo nominò portavoce del Pd. E su, su anche con Franceschini, Bersani e, soprattutto, con Renzi. La prova provata che studiare tanto non serve a nulla. Se non è un miracolato questo…

Autore: Fabrizio Boschi

http://blog.ilgiornale.it/boschi/2014/09/02/il-governo-dei-miracolati/

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog