Anime nere - La recensione di Sara Michelucci

Anime nere - La recensione di Sara Michelucci

Una terra difficile e piena di contraddizioni è quella da cui prende spunto il film di Francesco Munzi, Anime nere. È la storia di tre fratelli calabresi, figli di un pastore, coinvolti e sconvolti dalla malavita dell’Aspromonte. Il più piccolo, Luigi (Marco Leonardi) è un trafficante internazionale di droga; Rocco (Peppino Mazzotta) vive a Milano con la moglie Valeria (Barbora Bobulova) e la loro figlia, ma non è contento dello stile di vita del fratello minore, nonostante faccia l’imprenditore grazie ai suoi soldi sporchi.

Il più grande dei tre, Luciano (Fabrizio Ferracane), vorrebbe evitare qualsiasi tipo di problema e vivere pacificamente sulla sua terra. Ma non gli sarà consentito. Il figlio ventenne, Leo, infatti, spara alcuni colpi di fucile sulla saracinesca di un bar protetto dal clan rivale, scatenando così una faida che spingerà i personaggi in una guerra sanguinosa, fino agli archetipi della tragedia.

Il racconto, che inizia in Olanda, passa per Milano per poi raggiungere la Calabria, è come sospeso tra passato e presente, antico e moderno, mettendo in scena la vita difficile di una terra tormentata dalla malavita che non vuole il progresso o lo usa solo per scopi negativi.

La vicenda, liberamente tratta dall’omonimo romanzo di Gioacchino Criaco, riesce a raccontare uno spaccato interessante della società contemporanea, che lotta ancora con il male oscuro delle mafie, anche se il tocco autoriale poteva essere più incisivo e deciso, mentre resta ancora piuttosto debole. ( Fonte: www.altrenotizie.org)

Anime nere (Francia-Italia 2014)

REGIA: Francesco Munzi
SCENEGGIATURA: Francesco Munzi, Maurizio Braucci, Fabrizio Ruggirello
ATTORI: Marco Leonardi, Peppino Mazzotta, Anna Ferruzzo, Fabrizio Ferracane, Barbora Bobulova
FOTOGRAFIA: Vladan Radovic
MONTAGGIO: Cristiano Travaglioli
MUSICHE: Giuliano Taviani
PRODUZIONE: Cinemaundici, Babe Films; in collaborazione con Rai Cinema
DISTRIBUZIONE: Good Films

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog